Inféren «Inféren» (2018)

Inféren «Inféren» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
04.06.2018

 

Visualizzazioni:
218

 

Band:
Inféren
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Inféren

 

Titolo:
Inféren

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Schins :: Drums
Al Azif :: Guitars, Bass, Vocals

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
45' 49"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.03.2018

 

Etichetta:
Vacula Productions
[MetalWave] Invia una email a Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vacula Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Vacula Productions
Narcoleptica productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Arrivano al disco di debutto i Bergamaschi Inferen, band Black Metal costituita da due membri dei Sazernyst e uno dei Werewolf Satan, che condensano 8 brani più intro e outro in quasi 46 minuti di un tipo di black metal molto stile nordico, minimale, grezzo e selvatico. Una specie di Imago Mortis più minimali, diciamo, uniti a quello stile norvegese musicale e a forti tendenze alla primi Gorgoroth per quel che riguarda i riffs di chitarra, sempre nello stile suddetto, ma melodici.
E se sembra niente di nuovo, è perché in effetti questo disco non è fatto per essere innovativo in alcun modo. Prendere o lasciare, gli Inferen tirano dritto per la loro strada con perlopiù un tempo di batteria utilizzato in tutto l’album, e dei riffs canonici e dall’attacco diretto, che donano in brani come “Pestilenza” un effetto tanto piacevole quanto, inutile negarlo, anche già sentito. Bisogna aspettare la seconda parte dell’album per ascoltare qualcosa di un po’ diverso, come una leggermente più vivace “Morte”, più potente, o la stessa “Inferen”, la più incisiva di tutte e con anche alcune rifiniture nei riffs di chitarra. Il resto dei brani è tanto genuino e schietto quanto naif, che demarca la propria musica e la propria audience in maniera chiarissima, che o amerà questo disco per l’aderenza totale a certi canovacci musicali, o lo odierà per la pochissima personalità.
Personalmente, è vero che dischi così ortodossi sono ormai rari, ma è anche vero che di dischi fedeli alla linea migliori ne sono usciti, e quindi tra un eccessivo conservatorismo musicale e una certa similarità delle tracce decido di dare al disco degli Inferen il voto sotto riportato, che nella fattispecie va aumentato di 10 punte se questo tipo di Black Metal è il vostro pane quotidiano. In caso contrario sottraete 10 punti.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Invocation 65
  3. Pestilenza 65
  4. Guerra 65
  5. Winter rage 65
  6. Carestia 65
  7. Morte 70
  8. Purificazione 65
  9. Inferen 70
  10. Outro S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
65

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 04.06.2018. Articolo letto 218 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.