Echo Atom «Redemption» (2018)

Echo Atom «Redemption» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.06.2018

 

Visualizzazioni:
253

 

Band:
Echo Atom
[MetalWave] Invia una email a Echo Atom [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Echo Atom [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Echo Atom

 

Titolo:
Redemption

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Walter Santu :: chitarra;
- Giuseppe Voltarella :: basso;
- Alessandro Fazio :: batteria;

 

Genere:
Post Rock / Progressive Strumentale

 

Durata:
20' 0"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
23.03.2018

 

Etichetta:
New Model Label
[MetalWave] Invia una email a New Model Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di New Model Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di New Model Label
Seahorse Recordings
[MetalWave] Invia una email a Seahorse Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Seahorse Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Seahorse Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Seahorse Recordings

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il trio romano degli Echo Atom, concentrano tutte le proprie energie compositive e non solo in questo Ep strumentale di cinque brani intitolato “Redemption”; un disco di post rock con richiami quasi progressive che si fa portavoce di un qualcosa di ben fatto e congeniato, ricco di personalità. Da subito emerge quella vena e quel carattere di cui il trio si fa portavoce generando contesti acustici ricchi di refrain che vanno a raffinare un sound di notevole spessore da cui la band stessa ritiene ( e ci riesce) a trasmettere sensazioni senza la necessaria presenza del cantato. Venti minuti che conducono ad un ascolto rafforzato da un lato, da una indiscussa coesione strumentale e dall’altro, da una più che intimista condivisione emotiva da cui si rimanere facilmente catturati.

Track by Track
  1. Awakening 70
  2. Path 75
  3. Redemptiom 75
  4. Dreamcatcher 70
  5. Peaks 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.06.2018. Articolo letto 253 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.