Hortus Animae «Piove Sangue» (2018)

Hortus Animae «Piove Sangue» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
31.05.2018

 

Visualizzazioni:
137

 

Band:
Hortus Animae
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hortus Animae [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hortus Animae [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Hortus Animae [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Hortus Animae [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Hortus Animae [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Hortus Animae

 

Titolo:
Piove Sangue

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Martyr Lucifer :: vocals
Hypnos :: guitars
Bless :: keyboards
Grom :: drums
Adamant :: bass
MG Desmadre :: guitars

 

Genere:
Avantgarde Extreme Metal

 

Durata:
39' 53"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
14.02.2018

 

Etichetta:
Masd Records
[MetalWave] Invia una email a Masd Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Masd Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Cr.Art.Music.Lab. Ufficio Stampa
[MetalWave] Invia una email a Cr.Art.Music.Lab. Ufficio Stampa [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cr.Art.Music.Lab. Ufficio Stampa

 

Recensione

Ep live autocelebrativo per gli Hortus Animae, i quali a seguito di un tour decidono di registrare quella che (presumo) sia stata l’ultima data di un tour avvenuto di recente, e che ci ripropongono, consistente in circa 7 canzoni più cover degli Slayer, come forse avrete già intuito dal nome della release e soprattutto dall’ultimo brano in scaletta, e dove circa 3 dei brani sono in realtà accorpati in un medley di poco meno di 10 minuti, probabilmente non riproposti per intero per motivi di tempo a disposizione per il concerto. Questo è “Piove Sangue”, un concerto ben fatto e ben registrato, magari con i suoni un po’ troppo ovattati, ma che almeno conferiscono all’Ep quella giusta dose di autenticità e di suono live che tanto ci piace, evitando di darci un improbabile concerto con i suoni fin troppo uguali a quelli del disco.
Non c’è molto altro da dire su questa release, tranne che si tratta di un’operazione tanto onesta quanto apprezzabile, e che funge da buon contentino per i fans in attesa di nuovo materiale da parte di questa band.

Track by Track
  1. Furious Winds – Locusts 70
  2. Chamber of Endless Nightmares 70
  3. Doomsday 70
  4. Medley S.V.
  5. There’s no sanctuary 70
  6. Raining Blood - Slayer cover S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 31.05.2018. Articolo letto 137 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.