VersOver «Hell's Inc.» (2017)

Versover «Hell's Inc.» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
30.05.2018

 

Visualizzazioni:
83

 

Band:
VersOver
[MetalWave] Invia una email a VersOver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di VersOver [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di VersOver

 

Titolo:
Hell's Inc.

 

Nazione:
Brasile

 

Formazione:
Gustavo Carmo :: Guitars
Rodrigo Carmo :: Vocals and screaming
Leandro Moreira :: Bass and screaming
Mauricio Magaldi :: Drums

 

Genere:
Heavy Metal / Prog

 

Durata:
54' 45"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.10.2017

 

Etichetta:
Hell's Inc. Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Against PR
[MetalWave] Invia una email a Against PR

 

Recensione

Non ci vuole molto a capire che il terzo album (dopo un lungo hiatus) dei Brasiliani Vers’Over verte parecchio su delle tematiche sociali del loro paese, il tutto incentrato su di una musica che, partendo da un Power/heavy predominante, finisce per toccare tutti i generi limitrofi ad esso, dal Prog per via di certe strutture aperte, passando per lo Speed/Thrash di brani come “Social wars” o “Human convictions”, che contribuiscono a delineare un album probabilmente dal suono un po’ troppo secco, ma comunque composto e prodotto in una maniera ineccepibile, abbastanza personale, ma soprattutto che suona molto fresco e coinvolgente, frutto evidente dei più di 20 minuti di vita che ormai questa band ha sulle spalle.
Questo è “Hell’s Inc”: una denuncia dei mali sociali combinata ad una struttura metal potente, sfaccettata e convinta, ma che sa passare anche per parti più delicate, nonché per sontuose orchestrazioni e declamazioni in Portoghese in “Enemy”, ovvero il brano che definirei il migliore del lotto, in quanto costituisce una certa summa compositiva, ma anche più ascoltabile e che bilancia al meglio tutte le influenze. Decisamente non male.
In conclusione: “Hell’s Inc” è un disco molto consigliabile per chi cerca un album di metal classico e non disdegna alcune pomposità Power nonché un approccio più cerebrale alla musica, potente, massiccio e passionale, ma anche molto professionale.

Track by Track
  1. Howl in Pain 75
  2. Social Wars 80
  3. Enemy 85
  4. Rain Bender 80
  5. The Asylum 80
  6. Human Condition 80
  7. Edge 75
  8. Blame the Victim 80
  9. Lady Death 80
  10. Waiting Room 80
  11. Playing God 80
  12. Bob and Jack 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 30.05.2018. Articolo letto 83 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.