Daylight Silence «Threshold of Time» (2018)

Daylight Silence «Threshold Of Time» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
11.05.2018

 

Visualizzazioni:
439

 

Band:
Daylight Silence
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Daylight Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Daylight Silence

 

Titolo:
Threshold of Time

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- MR.Wolf :: Drums;
- M.T.Drake :: Guitars;
- Von Braun :: Vocals;
- Doctor X :: Bass;
- El Diablo :: Guitars;

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
40' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2018

 

Etichetta:
Red Cat Records
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Red Cat Records

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe
The Orchard
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Orchard

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion

 

Recensione

I romani Daylight Silence debuttano con il loro heavy metal proveniente dallo spazio cosmico ed intitolato “Threshold Of Time”, all’interno del quale gli echi dell’infinito giungono sino al vecchio e caro pianeta terra. Riff ed andature tipicamente heavy prendono sin da subito corpo unitamente ad una indiscussa dote di personalità che rendono in ogni caso il disco diverso dal comune e allo stesso tempo anche divertente. Quanto detto è in sostanza anche confermato dal fatto che ogni tracks rappresenta un viaggio dal quale è possibile raggiungere infiniti universi attraverso le ottime melodie fatte tra hard e heavy e con quel tocco che comporta, di tanto in tanto, anche qualche richiamo appena più tenente al prog. L’espressività della parte cantata inoltre rende ancor più coinvolgente il disco per quella espressività che collima in maniera ottimale con le andature e con le ritmiche intraprese per varcare i percorsi spaziali di cui si accennava più sopra. Or dunque suoni raffinati, che rilasciano semplicità e personalità allo stesso tempo senza troppi espedienti e compromessi; da segnalare che ogni singola tracks ripercorre anche i più diversi stati d’animo che vanno dalla forza delle proprie idee, per giungere alla delusione dei propri sentimenti sino a solcare il limite stesso del tempo e dello spazio. I migliori brani, in ogni caso, ricadono su “The Power Of Speech”, brano d’apertura deciso dinamico ma soprattutto compatto e risolutivo nel sound; “Dreaming Of Freedom” è vincente nel motivo d’apertura, un puro heavy metal dove un buon riff determina l’andamento dall’inizio alla fine all’interno del quale il buon clean completa egregiamente tutto il resto; “Falling to the ground”, apparentemente oscuro, rappresenta una specie di confronto melodico tra chitarre; “Making Up My Mind” racchiude una buona intuizione strutturale, caratterizzata dall’immancabile melodia; “Sleep” dai contenuti intensi, molto moderata e d’effetto. Un disco dai duplici risvolti sia personali che ovviamente musicali ma allo stesso tempo forte e dinamico nei contenuti.

Track by Track
  1. The Power Of Speech 75
  2. Deaming Of Freedom 75
  3. Live As One 70
  4. Falling To The ground 65
  5. Making Up My Mind 70
  6. Someone I Know 65
  7. Sleep 70
  8. Threshold of Time 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 11.05.2018. Articolo letto 439 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.