The Visceral Madness Condition «Love me, Kill me, Hate me, Kiss me» (2018)

The Visceral Madness Condition ĞLove Me, Kill Me, Hate Me, Kiss Meğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.04.2018

 

Visualizzazioni:
214

 

Band:
The Visceral Madness Condition
[MetalWave] Invia una email a The Visceral Madness Condition [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Visceral Madness Condition

 

Titolo:
Love me, Kill me, Hate me, Kiss me

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dirty Dave :: Vox
Federico Romano :: guitar
Danilo Del Conte :: bass
Mauro The Butcher :: drums

 

Genere:
Sludge Metal

 

Durata:
10' 31"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
29.01.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Demo di debutto per i conterranei Pescaresi The Visceral Madness Condition, band formata perlopiù da ex membri dei disciolti Mantide, e che ci propone due brani di ciò che possiamo definire a grandi linee come Sludge rock/metal, per un minutaggio che passa appena i 10 minuti e che suona abbastanza come una diretta prosecuzione degli stessi Mantide.
Non è facile descrivere bene la proposta musicale di questi ragazzi in un minutaggio così risicato, ma è possibile intravedere un buon tiro strumentale delle composizioni, che godono di buoni arrangiamenti, dei riffs a volte buoni ed altri carini ma un po’ generici, e una voce che costituisce il punto più da migliorare in quanto gioca troppo sul sicuro e si limita spesso a seguire sia la metrica che la linea melodica degli strumenti, risultando da questo punto di vista un po’ standard. Per questo l’opener “Without a soul” è discreta ma non molto di più, mentre si hanno migliori risultati nella più varia e articolata “The prophet”, anche per via di un’accelerazione centrale che fa fluire meglio il brano e lo rende più variegato.
Non c’è molto altro da dire in una release così risicata di minutaggio, se non che costituisce un buon punto di partenza abbastanza positivo su cui lavorare per contraddistinguersi dalle miriadi di bands Sludge che esistono sulla faccia della terra. Alla prossima.

Track by Track
  1. Without a soul 65
  2. The prophet 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.04.2018. Articolo letto 214 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.