Lostair «Ad Jubilaeum» (2017)

Lostair «Ad Jubilaeum» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.03.2018

 

Visualizzazioni:
444

 

Band:
Lostair
[MetalWave] Invia una email a Lostair [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Lostair [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Lostair

 

Titolo:
Ad Jubilaeum

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Teo :: Voice, Guitar;
- Andrea Girardello :: Guitar;
- Gorgi :: Bass;
- Stizza :: Drums;

 

Genere:
Metal

 

Durata:
37' 19"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.10.2017

 

Etichetta:
Revalve Records
[MetalWave] Invia una email a Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Revalve Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Aggressivo non poco questo “Ad Jubileum”, in uscita con l’etichetta Revalve Records, secondo disco dei vicentini Lostair, band sulla scena metal nazionale dal 2004 ed oggi nuovamente in pieno fomento con questo concept. Il disco, prettamente incentrato sulle tematiche della cristianità e del potere accumulato nel corso dei secoli dalla chiesa, combatte a fondo tra ritmiche in puro stile thrash metal l’oppressione con riff ottimamente curati anche da splendidi passaggi più melodici ed accelerati; particolare il cantato, un clean sporco e vissuto, forse poco spontaneo ma mai troppo aggressivo nella proposta. Dunque una proposta particolarmente appetitosa se si considerano anche le cavalcate che la band offre in alcune sue parti, andature quasi power che non perdono mai quella robustezza di cui è dotato il disco dall’inizio alla fine. Ciò che in ogni caso va apprezzato del lavoro è la cura con cui i minimi dettagli dell’album vengono messi sotto la lente del microscopio per renderli ancora più appetitosi con contorni melodici e quant’altro. L’opener nonché intro del disco viene affidata a “Exodus”, una sorta di ambientazione dal sapore quasi macabro che subito lascia il posto alla potente “At the Hands of Black Inquisition” la cui muraglia sonora appare brillante in ogni suo assetto; intensa nuovamente anche la successiva “Rise”, con la sua galoppante ritmica che non tarda a ricevere i dovuti omaggi per la cura e la brillantezza del sound che la contraddistingue. Buono anche l’attacco di questa “Where The Angels Die”, ritmica galoppante e non pochi stop‘n’go tra moderazione e accelerazione; meno accattivante “ Vaticanum”, la cui lunga intro riservata anche ad un centrale canto gregoriano, viene poi sferzata da una prepotente andatura tirata ma forse appena meno brillante delle precedenti; si ritorna sulla cresta dell’onda con l’ottima “The Bible Code”, per la particolare ritmica non priva di altalenanti andature con qualche richiamo melodico che ricordano un po’ i Maiden; dal sapore orientaleggiante è l’inizio di “Trinity”, subito seguita da un dinamico riff ma da un cantato un po’ smorzante nella proposta; tirata a lustro anche la buona “The Fall Of Any Gods”, dove la compattezza ritmica rappresenta in sostanza il punto forte; “Finis Dierum” chiude il disco con una bella proposta mista tra corali, groove e base in synth con uno sviluppo successivo tutto da assaporare. Il lavoro tecnicamente è impeccabile, un’ottima proposta decisa e d’effetto ma personalmente, non trovo molto collimante lo stile del cantato con tutto il resto.

Track by Track
  1. Exodus S.V.
  2. At the Hands of Black Inquisition 80
  3. Rise 80
  4. Where the Angels Die 75
  5. Vaticanum 65
  6. The Bible Code 75
  7. Trinity 75
  8. The Fall of Any Gods 80
  9. Finis Dierum 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.03.2018. Articolo letto 444 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.