Hell Obelisco «Swamp Wizard Rises» (2018)

Hell Obelisco «Swamp Wizard Rises» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
27.02.2018

 

Visualizzazioni:
507

 

Band:
Hell Obelisco
[MetalWave] Invia una email a Hell Obelisco [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hell Obelisco [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Hell Obelisco

 

Titolo:
Swamp Wizard Rises

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Andrew :. Front Row Mammoth;
- Doc :. Six Sludge Strings;
- Fraz :: Seven Doomed and Lowered Strings;
- Alex :: Behind The Skins;

 

Genere:
Doom / Death / Sludge

 

Durata:
40' 51"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.03.2018

 

Etichetta:
Argonauta Records
[MetalWave] Invia una email a Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Argonauta Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Argonauta Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Al debutto gli Hell Obelisco, band sludge doom heavy nazionale con queste nove tracce facenti parte di “Swap Wizard Rises” le cui sonorità paiono molto similari a quelle dei primi BLS con in aggiunta un sound più sporco al pari del clean, appena distante dal caratteristico growl. Le andature particolarmente massicce, dinamiche e quasi fangose, vengono oltretutto abbellite da qualche buon lead solo, che non tarda a fare da cornice al tutto dandoci prova che questa band ha un sound che complessivamente tende a particolarizzarsi. Nove tracce attraverso cui la band tende a costruire un personale marchio di fabbrica con quello che è il profilo strutturale di ogni singola traccia ascoltata; impossibile restare indifferenti anche di fronte a quelli che risultano essere i passaggi più melodici del lavoro. L’accoppiata sludge doom unificata all’heavy, sembra portare via da ciò che apparentemente potrebbe risultare scontato; ma le avvincenti ritmiche e gli ottimi riff tendono a condurre il tutto controcorrente omaggiandoci di uno splendido e coinvolgente ascolto. Tra gli episodi più significativi del platter meritano l’opener “Voodoo Alligator Blood” per l’immediata compattezza del sound e la potente ritmica che avvolge nelle maglie dello sludge i migliori episodi dell’heavy; il brano vede anche la partecipazione di due guest nelle persone di Tony J.J. dei Transport League e Carmelo Orlando dei Novembre; splendida anche la successiva “Teenage Mammouth Club” per i passaggi più melodici che tendono ad offrire quel giusto stacco dalle incalzanti andature; più propensa al doom come base strutturale è “Biting Killing Machine” altro buon esempio di come questa band riesce ad amalgamare al meglio vari generi musicali per ricavarne un emozionante quanto personalizzato sound; “Death Moloch Rising” richiama invece molto il genere BLS; dinamica e vivace è invece “High Speed Demon” altra discreta prova della band che, con la conclusiva “Black Desert Doom” segnano un significativo passo tra l’unione e la diversificazione del sound. La band, in conclusione, offre una discreta prova ottenendo più che altro meriti per quanto attiene la personalizzazione di un sound che di per sé nulla deve mutare.

Track by Track
  1. Voodoo Alligator Blood 75
  2. Teenage Mammoth Club 80
  3. Escaping Devil Bullets 70
  4. Earth Rage Apocalypse 70
  5. Biting Killing Machine 75
  6. Death Moloch Rising 70
  7. Dead Dawn Duel 75
  8. High Speed Demon 80
  9. Black Desert Doom 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 27.02.2018. Articolo letto 507 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.