Novareign «Legends» (2018)

Novareign «Legends» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
16.02.2018

 

Visualizzazioni:
230

 

Band:
Novareign
[MetalWave] Invia una email a Novareign [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Novareign

 

Titolo:
Legends

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Paul Contreras Drums
Balmore Guitars, Vocals (backing)
Danny Nobel Guitars, Vocals (backing)
David Marquez Vocals
Moizilla Galvez Bass

 

Genere:
Prog-Power Metal

 

Durata:
1h 3' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.02.2018

 

Etichetta:
M-Theory Audio
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di M-Theory Audio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di M-Theory Audio

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Secret Service Publicity
[MetalWave] Invia una email a Secret Service Publicity [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Secret Service Publicity

 

Recensione

I californiani Novareign fanno il loro esordio attraverso un disco con chiare sonorità power prog metal che si protraggono per nove songs per una durata totale di poco più di un'ora.
Già dal primo ascolto, troviamo evidenti le influenze artistiche dei ragazzi, soprattutto gli Angra, ma questo non è un male.
Notiamo anche la presenza tattica di Balmore Lemus (ex Exmortus, ex Warbringer) il quale sa il fatto suo; non in secondo piano la voce di David Marquez che risulta essere decisivo nel dare un maggiore impatto ai brani, sfruttando le sue capacità al massimo.
Facendo un discorso più generale, il ritmo di Legends è veloce, continuo e martellante, un lavoro fatto per essere suonato dal vivo, non c'è che dire! Le chitarre compiono virtuosismi che, personalmente, non mi fanno impazzire a lungo andare, ma comunque denotano la grande padronanza tecnica di chi suona.
Altra cosa positiva è legata al fatto che le canzoni sono piuttosto variegate, originali sebbene molto influenzate dal passato e a volte un pò troppo lunghe.
Ci sono pezzi come il singolo Beyond the Cold che fanno molto ben sperare per il futuro e, nonostante qualche piccola smussatura, credo che i Novareigh abbiano fatto un disco d'esordio molto interessante, ben sviluppato e prodotto con maestria.
Molti i punti a favore quindi con la speranza di vederli crescere ancor di più. Consigliato agli amanti del genere.

Track by Track
  1. Call of the storm 70
  2. Mace of a fist 70
  3. Beyond the cold 70
  4. Heavy heart 70
  5. Skyline 70
  6. To wander the stars 70
  7. The builder 70
  8. Black As The Dead Of Night 70
  9. Legends 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di reira » pubblicata il 16.02.2018. Articolo letto 230 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.