Old White Tree «Old White Tree» (2017)

Old White Tree «Old White Tree» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
07.02.2018

 

Visualizzazioni:
325

 

Band:
Old White Tree
[MetalWave] Invia una email a Old White Tree [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Old White Tree [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Old White Tree [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Old White Tree

 

Titolo:
Old White Tree

 

Nazione:
Italia / Scozia

 

Formazione:
- C. :: Vocals, All instruments;

 

Genere:
Atmosferic / Black Metal

 

Durata:
23' 9"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La one man band di Old White Tree rilascia il suo secondo omonimo Ep su base Black Metal Atmosferic disposto su quattro tracce diretto ad offrirci una tipologia di sound che nel complesso pare, di tanto in tanto, distaccarsi da quelli che sono i comuni canoni del genere; l’ascolto si dirama su orizzonti che spaziano da assetti totalmente pacati e moderati privi di percussioni e diretti a creare un’atmosfera malinconica e nefasta sino a momenti più diretti e mai esasperati strumentalmente; lo scream invece è delirante e sofferente e non lascia poi molti spazi per condizionare una diversa tipologia di espressività. I brani, dopo il black abbastanza schietto di “A Friend Lost”, si contestualizzano in uno strumentale ambient fatto di lamenti femminili e refrain di synth su “Ghosts”; “The Ivory Tower” parte in maniera molto pacata rispetto ai comuni canoni per poi orientarsi su assetti particolarmente moderati dove emerge il lato più espressivo del depressive cantato capace di trasmettere compiutamente le sensazioni dell’autore; l’ultimo ascolto è “Where Blood Belongs” un brano forse maggiormente penalizzato da una non ottimale produzione che si mantiene dinamico quasi un po’ in modalità ultimi Dark Throne. Il disco, pur rappresentato solo in quattro passaggi, decreta un lavoro che andrebbe innanzitutto migliorato sotto il profilo della produzione e probabilmente necessiterebbe anche in un maggiore stimolo creativo.

Track by Track
  1. A Friend Lost 65
  2. Ghosts 60
  3. The Ivory Tower 60
  4. Where Blood Belongs 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 55
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 07.02.2018. Articolo letto 325 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.