Mudsand «Miles and Miles» (2017)

Mudsand «Miles And Miles» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
06.02.2018

 

Visualizzazioni:
172

 

Band:
Mudsand
[MetalWave] Invia una email a Mudsand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mudsand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mudsand

 

Titolo:
Miles and Miles

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alberto Paumgardhen batteria Massimo Ortensi sax baritono Sandro Sgarzi chitarra, basso e voce

 

Genere:
Alt-Rock

 

Durata:
45' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.10.2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Album di debutto per il trio di Bologna Mudsand dal titolo "Miles and miles". L'album autoprodotto propone un genere che spazia dal blues al funky passanndo per un indie-pop di stampa britannico senza rinunciare a vaghi richiami grunge.
Dodici tracce robuste che scaldano il sound già dalla open track "Miles and miles", con una linea di basso robusta che dà manforte ad una linea vocale buona ed una sezione ritmica minimale ma ben assestata tuto ben contornato da una sezione di fiati.
"Hot night", "The light of foolishness" le tracce che regalano momenti più chiari e melodici con suoni aperti e cristallini, per poi tornare verso sonorità più scure nella parte centrale "The selfie man" e "A cap with stripes".
I Mudsand non rinunciano a ballate più soft dal sapore melanconico come nella traccia Stupid ideals complice un bel sax caldo e presente per tutta la durata della traccia.
Un album che riprende il suo andamento grintoso con le tracce finale dell'album dove sinergia, tecnica e buone idee,fanno si che l'ascolto sia piacevole e coinvolgente fino alla traccia di chiusura dove una chitarra limpida sostiene ancora una volta un sax in modalità quasi straziante o forse romantica.
"Mileas and Miles" segna un buon debutto per questa band italiana che sforna un album leggero e ricco di spunti.

Track by Track
  1. Miles and miles 65
  2. Hot night 65
  3. Soon 70
  4. The light of foolishness 65
  5. The selfie man 70
  6. A cap with stripes 60
  7. Stupid ideals 60
  8. A second life 75
  9. Take a car 70
  10. Alive 70
  11. Fuckin' brains 65
  12. Bright star 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Led » pubblicata il 06.02.2018. Articolo letto 172 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.