Ivory Times «Paraboloid Pt. One» (2017)

Ivory Times «Paraboloid Pt. One» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
14.01.2018

 

Visualizzazioni:
644

 

Band:
Ivory Times
[MetalWave] Invia una email a Ivory Times [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ivory Times [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ivory Times

 

Titolo:
Paraboloid Pt. One

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Phil Bertone
- Il Cinque
- Daniele Cocco

 

Genere:
Modern Metal

 

Durata:
23' 19"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
05.10.2017

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Apprezzabile è questo terzo lavoro su formato EP di cinque tracce intitolato “Paraboloid Part One” degli Ivory Times, band formatasi dal 2014, strutturato su una compagine di metal moderno all’intero del quale non mancano hard rock e voglia di fare tenuto conto anche del piacevole esito ritmico che l’interno lavoro offre. Il cantato, un clean particolarmente espressivo ma totalmente oscuro nei toni, genera un contesto molto dark; quanto all’apparato ritmico, il trio offre un quadro particolarmente d’effetto all’interno del quale non è difficile apprendere una certa esperienza nel sapere realizzare al meglio ritmiche, riff, lead solo e quant’altro in maniera quasi raffinata. L’Ep di apre con “Hatred”, un brano molto oscuro ma che subito ci dirige musicalmente in una dimensione particolare fatta di moderazione ma allo stesso tempo di capacità e divertimento; segue "Paraboloid" altro buon brano dall’apertura acustica il cui riff d’apertura, molto orecchiabile genera quella sensazione di coinvolgimento che poi sembra un po’ rallentata dall’onnipotenza dell’oscuro clean vocale; si prosegue con “Falsehood” altro hard rock molto oscuro che ritmicamente si propone con un’andatura ritmica moderata; “Factory Of Angels”, si mantiene indicativamente sulla scia del precedente brano orientandosi maggiormente su alternati elementi acustici e su una espressività cantata meno oscura rispetto a quello a cui eravamo stati sin ad ora abituati; si giunge al conclusivo “Stranger Things” il cui effetto tenebroso e futurista lascia aprire ad un refrain di chitarra che dà impulso ad un hard rock compatto e decisivo. L’Ep in definitiva si presenta su assetti metal moderni senza mai escludere la propria indole hard rock, oscura, il cui effetto appare complessivamente soddisfacente.

Track by Track
  1. Hatred 65
  2. Paraboloid 70
  3. Falsehood 65
  4. Factory Of Angels 65
  5. Stranger Things 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 14.01.2018. Articolo letto 644 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.