Barbar'O'Rhum «Toutes les Routes Mènent au Rhum» (2017)

Barbar'o'rhum «Toutes Les Routes Mènent Au Rhum» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
22.12.2017

 

Visualizzazioni:
224

 

Band:
Barbar'O'Rhum
[MetalWave] Invia una email a Barbar'O'Rhum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Barbar'O'Rhum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Barbar'O'Rhum

 

Titolo:
Toutes les Routes Mènent au Rhum

 

Nazione:
Francia

 

Formazione:
Colin :: Keyboards, Backing vocals
Corentin :: Electric guitar, Backing vocals
Jérémy :: Bass guitar, Backing vocals
Mathieu :: Vocals, Tin whistle, Irish Bouzouki, Galician Bagpipe
Richard :: Drums, Backing vocals

 

Genere:
Pirate Metal / Celtic Rock

 

Durata:
59' 21"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.07.2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non è molto difficile intuire che dietro il nome dell’album e della band stessa, qui si parla di Celtic Folk Rock, grosso modo. Un’oretta di musica quindi molto allegra e festaiola che non pretende altro che di essere ascoltata mentre si beve e si fa festa.
Ed è proprio così che bisogna approcciare e prendere questo debut album di questa band da Tolosa: niente di innovativo, niente di originale, e volendo anche non scevro da difetti. Si potrebbe rimproverare infatti ai Barbar O’ Rhum il fatto di essere prevedibili a volte, e di usare canzoni troppo lunghe e con qualche idea di troppo, che rende i brani non molto immediati, ma non sarebbe la corretta visione d’insieme del disco. Occorre piuttosto apprezzare l’opener “Coeur de l’Océan” per la piacevole semplicità, o “La Rèpublicque Pirate” per il suo catchy mid tempo, o la quinta canzone e il suo tiro da live, specialmente quando il batterista si lascia andare in un suo numero fatto apposta per i live, senza disdegnare la più classica sesta canzone, o la più metal di tutte (ma di poco) “Dernière Bataille”, fino ad arrivare all’up tempo della canzone conclusiva. “Toutes les routes...” è questo: è un album che, come detto, non ha pretese a parte quella di essere un’ideale colonna sonora per divertirvi e per farvi scendere più facilmente l’alcool che starete di sicuro ingurgitando in questi giorni di festa. E allora, visto che si deve festeggiare, perché non farlo al ritmo di un po’ di celtic folk rock?

Track by Track
  1. Bienvenue à B'O'R - Intro S.V.
  2. Coeur de l'Océan 70
  3. La République Pirate 70
  4. Notre terre 70
  5. Fille de Joie, Gourgandine 75
  6. Le Trésor Maudit de Barbe-Noire 75
  7. La danse du gibet 70
  8. La Véritable Histoire du Capitaine Crochet 70
  9. Le Hollandais Volant 70
  10. Dernière Bataille 75
  11. La Gigue du Pêcheur Pendu 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 22.12.2017. Articolo letto 224 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.