Serenade «Onirica» (2017)

Serenade ŤOniricať | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
06.12.2017

 

Visualizzazioni:
113

 

Band:
Serenade
[MetalWave] Invia una email a Serenade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Serenade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Serenade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Serenade

 

Titolo:
Onirica

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Claudia: Vocals
Filippo: Guitars
Alberto: Guitars
Dario: Bass
Leonardo: Drums

 

Genere:
Heavy Symphonic Metal

 

Durata:
39' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
10.11.2017

 

Etichetta:
Revalve Records
[MetalWave] Invia una email a Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Revalve Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

I Serenade si formano ufficialmente nel 2009, ma è nel 2012 che pubblicano "Wandering Through Sorrow" con la Revalve Records ottenendo così i primi veri riscontri. Con Onirica, la band ha l'intento di approcciarsi a sonorità un pò più heavy rispetto al passato, senza comunque modificare la propria personalità di gruppo in modo decisivo.
Credo che la promessa che si erano fatti sia stata mantenuta a conti fatti.
Questo nuovo lavoro offre una buona visione e rispecchia senza infamia ciò che è attualmente il metal moderno influenzato dal gothic e oscurato dal dark.
Nei nove brani presenti, troviamo anche degli elementi più sinfonici e piacevolmente orecchiabili, tuttavia ho sentito molto del gothic anni '90 che tanto mi piaceva. Ho percepito delle sonorità quasi scandinave che mi hanno portato alla memoria i Silentum, gli Amorphis dei primi tempi.
La voce di Claudia è molto interessante poiché molto versatile, non perde colpi nemmeno duettando con Fabio Dessi (voce degli Arthemis) in "Kill Your Pain" e "Luceafarul".
Le melodie sono lineari e non esageratamente complesse, ma riescono a centrare il segno grazie al fatto di essere piacevoli, senza cadere mai nel banale.
Per rendere l'idea del genere, Hold me back è un'ottima traccia della quale è presente in rete anche il video.
I Serenade stanno dimostrando di avere stoffa e di aver intrapreso un percorso piuttosto personale, magari più tortuoso, ma di sicuro ricco di soddisfazioni.
Per essere una band appartenente alla scena underground devo dire che i Serenade suonano bene e offrono un qualcosa di nuovo sulla scena.
Consiglio Onirica se siete, come me, malinconici del vero gothic e avete voglia di sentire anche un pò di chitarre in stile heavy metal.

Track by Track
  1. Insomnia S.V.
  2. When Darkness Will Fall 70
  3. Kill Your Pain 70
  4. Hold Me Back 75
  5. Oceanus 70
  6. Lullaby 70
  7. Stormborn 75
  8. Luceafarul 75
  9. Sleeping Dream 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
72

 

Recensione di reira » pubblicata il 06.12.2017. Articolo letto 113 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.