Sleazy RoXxX «Topless Suicide» (2017)

Sleazy Roxxx «Topless Suicide» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
29.11.2017

 

Visualizzazioni:
117

 

Band:
Sleazy RoXxX
[MetalWave] Invia una email a Sleazy RoXxX [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sleazy RoXxX [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sleazy RoXxX

 

Titolo:
Topless Suicide

 

Nazione:
Repubblica Ceca

 

Formazione:
Paulie Weston :: Vocals
James Dinner :: Guitar
Jan Vandervell :: Bass
Vinnie Cage :: Drums

 

Genere:
Rock'n'roll

 

Durata:
40' 15"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
21.04.2017

 

Etichetta:
City Of Lights Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di City Of Lights Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di City Of Lights Records
Rock It Up Records
[MetalWave] Invia una email a Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Rock It Up Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Rock It Up Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nuovo disco per gli Sleaze rockers dalla Repubblica Ceca Sleazy Roxxx, che nonostante una copertina abbastanza cliché, quasi trash, ci consegnano un bel riassunto di come suonare questo genere in una maniera ancora frizzante e potente.
Sì perché sin dalla prima canzone, educatamente chiamata “Dirty Sanchez”, si sente sin da subito il tiro di questi ragazzi, graziato da una voce a tiro per tutto l’album, una chitarra che svolge sempre molto bene il proprio lavoro, e un gusto per i ritornelli notevole, il tutto a rendere le composizioni dirette e godibili, e questo trend si conferma anche nei brani successivi, con una “Catch the world” che ci ricorda i Cinderella, una “Let’s roll” ficcante e divertente, ma anche con sapienti variazioni sul tema, come la più drammatica e con feeling “Crystal” che ricorda Bon Jovi, o “Riots!!!” che invece punta più su soluzioni punk e spensierate ma anche aggressive, tipo The Plasmatics. Ed il punto di forza degli Sleazy è proprio questo: non molta innovazione, ma una compattezza sonora godibilissima e affiatata ma anche poliedrica, che rende i brani un vero piacere da sentire e che davvero appena finisce un brano non vedi l’ora di sentire quello successivo. Poi sì: si potrebbe obiettare che magari in qualche brano si sente la mancanza di qualche bel lungo assolo di chitarra che non guasta mai, e anche la mancanza di originalità un po’ si nota, ma questi difetti paragonati a quanto ti diverti sbattendo la testa non sono gravi.
Quindi, in attesa magari di un ulteriore approfondimento e studio del loro sound, questo “Topless Suicide” degli Sleazy Roxxx è un buon acquisto che consiglio per gli amanti di questo genere musicale.

Track by Track
  1. Dirty Sanchez 70
  2. Catch the world 70
  3. Let's roll 75
  4. Crystal 85
  5. Nymphomaniac 80
  6. Sweet suffer in pain 80
  7. Riots!!! 85
  8. Share the space 85
  9. Last drifter 80
  10. Galaxy Rider 70
  11. The stinger 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 29.11.2017. Articolo letto 117 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.