Scream 3 Days «Kolera 666» (2017)

Scream 3 Days «Kolera 666» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
23.11.2017

 

Visualizzazioni:
156

 

Band:
Scream 3 Days
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Scream 3 Days [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Scream 3 Days

 

Titolo:
Kolera 666

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
J.Kross :: Vocals
AleXXX :: Guitars
C.i.t.t.e. :: Guitars
Kahlemberg :: Bass, Backing Vocals
Unas :: Drums

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
36' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
26.05.2017

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Convincente il disco di debutto di questi Torinesi Scream 3 Days, che a scapito di un titolo dell’album che li può far sembrare una band black metal, in realtà suonano un buon death metal più compatto che melodico, e che punta il più delle volte su un tiro delle composizioni impostato sul groove più che sull’impatto frontale.
I mid tempos dunque predominano in quest’album, e “Apocalypse” ciononostante mette in chiaro cosa sanno fare questi ragazzi: il death di questi ragazzi non è spompato o annacquato, ma resta compatto e variegato in tutti e 36 e mezzo i minuti delle composizioni e anche con un certo climax a livello di chitarra, con momenti corali che corroborano “Sweet Dirge”, la title track conclusiva e la mia preferita “Green five soul”. Questa è proprio la canzone che preferisco dell’album in quanto rappresenta un’ottima summa compositiva del gruppo e che amalgama tutti gli stili degli S3D alla perfezione, il tutto mentre raramente ci si concede alla melodia. E quando lo si fa, come in “The Goddess of”, le concessioni a questa sono pur sempre limitate e che comunque non sconfinano mai nel melodeath più annacquato. A coronare il tutto ci pensa una qualità sonora probabilmente un po’ sopra le righe, ma comunque a fuoco e ben in grado di risaltare il sound degli S3D senza ridurre tutto a una botta in faccia e niente più.
In conclusione: “Kolera 666” è un disco incoraggiante, sicuramente consigliabile ai fan del Death Metal più groovy tipo Acheron et similia, ma anche i fan di sonorità più deathcore potrebbero apprezzarlo, ed è proprio a questa fascia di pubblico che l’acquisto di quest’album è consigliato.

Track by Track
  1. Apocalypse 80
  2. No one 80
  3. The worst 75
  4. Sweet dirge 80
  5. Goddess – Intro S.V.
  6. The Goddess of 75
  7. Hate pusher 75
  8. Green five soul 85
  9. Kolera 666 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 23.11.2017. Articolo letto 156 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.