Kynesis «Kynesis» (2004)

Kynesis «Kynesis» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Ryosaku »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1132

 

Band:
Kynesis
[MetalWave] Invia una email a Kynesis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kynesis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kynesis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Kynesis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Kynesis

 

Titolo:
Kynesis

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
voce :: Caterina Dominelli
chitarra & voce: Ivan Di Vincenzo
basso :: Giacomo Grillone
batteria :: Luciano Tiso
tastiera :: Francesco Grillone

 

Genere:

 

Durata:
27' 37"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Kynesis formazione italiana proveniente da Torino, nascono nel 2000 e avviano un progetto musicale che però trova compimento solo alcuni anni dopo, arrivando al debutto nel 2004 dopo diversi cambiamenti e sperimentazioni, nonché dopo un momentaneo scioglimento per le assenze ripetute di uno dei membri. Dunque dopo aver lavorato per ricercare la loro strada, il gruppo arriva all'esordio live nella scena underground torinese nel 2004, con diversi concerti, che fanno crescere l'entusiasmo dei membri nel progetto musicale ormai avviato. Il 2004 è anche l'anno di preparazione che farà venire alla luce il loro primo lavoro, che racchiude i primi 4 anni di vita del gruppo, l'incisione di una demo contenente quattro brani e di durata complessiva di quasi 28 minuti.
Ispirato al gothic classico, il lavoro del gruppo riesce ad unire sonorità heavy e più generalmente metal.
Questo non più recente demo, si fa comunque apprezzare non tanto per l'approccio musicale in se stesso, votato come già detto ad un classico ed efficace heavy metal di illustre appartenenza, ma piuttosto per la grande combinazione tratta nella loro musica, da certe soluzioni di chitarra che vanno ad intrecciarsi all'enorme pathos che solo un racconto, una poesia possono trasmettere.
Suadente, profonda, fiabesca e parabolica, la musica dei Kynesis racchiude in se l'ideale versione in prosa di un mondo fantastico e surreale che trova la sua realizzazione sui toni e sulle vibrazioni emessi dall’accompagnamento delle note di un pianoforte impegnato a tenere il ritmo, scandendo il tempo di eventi incredibili e immaginari. Tutto ciò trova espressione in tracce come la prima "Beauty in the Night" e la terza "Bury me in You", intervallate poi dalla seconda, la suite "Heart of Sorrow", e “Fall From Grace” autentici manoscritti di leggendarie apologie.
Le impronte lasciate in quest’opera sono incentrate sul lavoro delle tastiere, melodiche e quasi orchestrali, affiancate a seguire da potenti riff di chitarra, il tutto condito dalla vocals femminile della band.
Risulta essere abile narratrice la voce del gruppo Caterina Dominelli, anche se forse viene un pizzico spesso interrotta dai growls di Ivan Di Vincenzo, altra voce ma che suona anche la chitarra. Comunque ciò che riesce ad imprimere la vocals si adatta perfettamente al tema musicale. Qualcosa di incantevole trascina l'ascoltatore verso armonie intime e mai ostentate, capaci di penetrare regalando momenti di abbandono e fervida passionalità.
Di sicuro interesse questa band emergente nella scena torinese e italiana. I Kynesis sono uno di quei gruppi che sanno benissimo cosa vogliono trasmettere e dopo anni di lavoro dire che è stato ottenuto un buon risultato. Sanno fare musica e potrebbero anche fare meglio. Ma per questo aspettiamo i prossimi lavori.

Track by Track
  1. Beauty in the night 70
  2. Heart of sorrow 70
  3. Bury me in you 70
  4. Fall from Grace 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Ryosaku » pubblicata il --. Articolo letto 1132 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.