Honeybombs «Wet Girls And Other Funny Tales» (2017)

Honeybombs «Wet Girls And Other Funny Tales» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
03.11.2017

 

Visualizzazioni:
186

 

Band:
Honeybombs
[MetalWave] Invia una email a Honeybombs [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Honeybombs [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Honeybombs

 

Titolo:
Wet Girls And Other Funny Tales

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Andrew Skid :: Lead Vocals
Alex Rotten :: Guitars, Backing Vocals
Helias Marson :: Lead Guitar, Backing Vocals
SteelBlade :: Bass, Backing Vocals
Fabulous Fab :: Drums

 

Genere:
Hard'n'Heavy

 

Durata:
41' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.04.2017

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR
Spider Rock Promotion
[MetalWave] Invia una email a Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Spider Rock Promotion

 

Recensione

Disco di debutto per i romani glamsters Honeybombs, che si presentano con una copertina sinceramente improponibile (Cos’è, Platinette?) ma fortunatamente con una musica che magari non brilla per originalità, ma che comunque riesce a farci passare un buon tre quarti d’ora di musica.
La maniera migliore per ascoltare quest’album è quella di ascoltarlo tutto d’un fiato e di goderselo tutto sulla lunga distanza, visto che le canzoni non brillano in sé per momenti particolari o che altro, ma costituiscono un buon revival degli anni 80, con una qualità sonora ben fatta e parecchio nello stile di quella decade, nonché per una schiettezza sonora godibile, che ti fa apprezzare l’orecchiabilità di “Fat girls going mad”, o la rockeggiante “Don’t wanna be like Johnny”, o la molto Cinderella-oriented ed eloquente “We are gonna kick your ass”, e che sono appunto gli episodi migliori dell’album. Il resto delle canzoni invece non è male, ma non sempre si va oltre un certo revival attitudinale. Infatti a dirla tutta gli Honeybombs da questo punto di vista qualche pecca ce l’hanno, mostrandosi un po’ legnosi nel dare quel vero tocco in più ai brani, che forse per questo motivo a volte suonano un po’ uguali o comunque ancorati ai propri idoli. Ne sia un esempio la buona opener “Radical shit” simpatica e frizzante, controbilanciata da “Brazzersdotcom” che di fatto non si distacca quasi per niente dallo stile di quella canzone.
Insomma: “Wet girls and other funny tales” è un buon album. Poco innovatore, ma comunque godibile e divertente, che vale i soldi dell’acquisto se ciò che cercate è un tuffo negli anni 80 e in un genere musicale che ormai in Italia è decisamente raro se non quasi scomparso, contando che gli Honeybombs possono comunque epurarsi in futuro da alcuni luoghi comuni (come la cover di “Maniac”, davvero sentita già un sacco di volte) e anche migliorare la veste grafica, che lo ripeto: è davvero scoraggiante.

Track by Track
  1. Radical shit 70
  2. Brazzersdotcom 65
  3. Fat girls are going mad 75
  4. G.R.A.B. (GhettoRatchetAssBitch) 70
  5. Don’t wanna be like Johnny 75
  6. Till the night is over 65
  7. We are gonna kick your ass 75
  8. Oh my god! 70
  9. Sweet little dummy 65
  10. Six pack on your back 70
  11. Maniac (Michael Sembello cover) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 03.11.2017. Articolo letto 186 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.