The Crucifier «Voices In My Head» (2017)

The Crucifier «Voices In My Head» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
31.10.2017

 

Visualizzazioni:
83

 

Band:
The Crucifier
[MetalWave] Invia una email a The Crucifier [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di The Crucifier

 

Titolo:
Voices In My Head

 

Nazione:
Grecia

 

Formazione:
- H.K. Thrasher :: Throats;
- Nikos :: Guitar;
- Spiros :: Guitar;
- Themis Rat :: Bass;
- Jim Kypraios :: Drums;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
36' 24"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
29.09.2017

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I greci The Crucifier immettono nel mercato musicale internazionale il loro terzo disco “Voices in My Head” con il loro thrash metal decisamente grezzo nel sound oltre che nella genetica delle stesse tracce. I nove brani pressati si rivelano, nonostante la loro propensione al dinamico e al caotico, decisamente poco creativi e particolarmente piatti nei contenuti. L’irruente scream vocale dopo poche battute offre tutto quello che ha da dare mantenendosi sostanzialmente lineare e mai vario proprio al pari delle stesse ritmiche strutturali e dei relativi riff di chitarra che in definitiva, dopo l’ascolto di appena due brani, hanno già dato tutto quello che c’è da dare rilevandosi non particolarmente brillanti nei contenuti e assolutamente scontati e ripetitivi. I tentativi più significativi di levarsi da torno la monotonia possono evidenziarsi in brani quali “ Forgive And Don’t Forget” per un’apparente cambio di direzione ritmico dopo il minuto e mezzo di ascolto o ancora in “Fake Truth”, dove addirittura si assiste ad una discreta partitura ritmica centrale ma null’altro. Poco altro da aggiungere o da dire per un disco che purtroppo non è molto al pari con i tempi e che pecca abbastanza in fantasia mantenendosi al contrario sin troppo similare e ripetitivo nei brani proposti e comunque suonati con modesta capacità.

Track by Track
  1. Within Insanity 50
  2. Open Your Eyes 50
  3. Problems 50
  4. Happy Face Man 50
  5. Forgive & Don’t Forget 60
  6. Born To Be A Slave 50
  7. Imaginary God 50
  8. Fake Truth 65
  9. Voices In My Head 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 50
  • Originalità: 45
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
52

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 31.10.2017. Articolo letto 83 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.