Spectrum of Delusion «Esoteric Enitity» (2017)

Spectrum Of Delusion «Esoteric Enitity» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
01.10.2017

 

Visualizzazioni:
110

 

Band:
Spectrum of Delusion
[MetalWave] Invia una email a Spectrum of Delusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spectrum of Delusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Spectrum of Delusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Spectrum of Delusion

 

Titolo:
Esoteric Enitity

 

Nazione:
Olanda

 

Formazione:
- Douwe Negenman :: Vocals;
- Nathan Bonkerk :: Lead Guitar;
- Frank van Rijswijk :: Rhythm Guitar;
- Jerry Kamer :: Bass Guitar;
- Jeroen Mostert :: Drums;

 

Genere:
Technical Death Metal

 

Durata:
36' 37"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
18.08.2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Di tanto in tanto compaiono band che si ispirano sin troppo ad altre rischiando di peccare non poco di personalità; la predetta situazione si è parte verificata con i Community che si sono si troppo ispirati ai grandi Nevermore perdendo in parte la propria seppur conclamata vena personale/creativa. La stessa cosa può in parte dirsi con gli olandesi Spectrum of Delusion, oggi all’esordio con questo “Esoteric Entity” che lascia sin da subito emergere l’ottima capacità e tecnica di cui questa band si fregia ispirandosi nel caso di specie agli americani Beyond Creation. Non che la cosa dispiaccia, anzi, ma nel complesso è impossibile non ravvisare dall’ascolto la sublime tecnica che ha reso famosa nella scena underground mondiale la band di Montreal. Nel caso degli Spectrum Delusion indubbiamente oltre alla sopraccitata tecnica, emergono anche profili sonoro compositivi maggiormente radicati nel contesto death ma in alcuni casi nel djent, offrendo quindi uno scenario particolarmente vario nei contenuti. Le nove tracce in ogni caso si propagano in appena mezz’ora di ascolto tra muraglie sonore fatte tra incredibili riff, tra un basso decisamente oltre il comune per sopraffine tecnica, lead solo virtuosi e un growl potente e determinato. Nel complesso, senza procedere alla disamina dei singoli brani, tutti di un certo livello compositivo, non possiamo far altro che omaggiare questa band per la buona riuscita ma forse un po’ meno per singolarità e personalità.

Track by Track
  1. Intro S.V.
  2. Beyond Affliction 75
  3. Dead Weight 75
  4. Illuminate Eradicate 80
  5. Reverie 80
  6. Ruler of Cruel 80
  7. Unborn Tragedy 75
  8. Mixotrophy 75
  9. Timelines 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 01.10.2017. Articolo letto 110 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.