Serenity Broken «Redefine» (2017)

Serenity Broken «Redefine» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
27.08.2017

 

Visualizzazioni:
91

 

Band:
Serenity Broken
[MetalWave] Invia una email a Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Serenity Broken [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Serenity Broken

 

Titolo:
Redefine

 

Nazione:
Grecia

 

Formazione:
Aris - Vocals
Andy - Guitars
Marios - Guitars

 

Genere:
Alternative Metal / Hard Rock

 

Durata:
47' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nel non troppo lontano 2010 tre ragazzi di Atene si uniscono e creano il progetto dei Serenity Broken con l'intento di proporre il loro rock alternativo al mondo intero.
In questi anni qualcosa di concreto è stato fatto e il trio sta cercando di individuare la sua strada e il suo stile, ridefinendolo attraverso l'esperienza e il supporto.
Appunto Redefine è il titolo del nuovo lavoro.
A primo impatto, ho trovato nei Serenity Broken qualche vicinanza con i Nirvana. Forse la voce di Aris ha un timbro accostabile al mitico Kurt o forse è proprio l'interpretazione a giocarmi questo scherzo.
La musica è comunque lontana dal grunge e potrebbe essere accostata a band americane come Alter Bridge, giusto per citarne una.
Undici songs in questo Redefine che mostrano il carattere di questo ragazzi, la loro linearità di pensiero, ma nulla di realmente troppo elaborato e alla portata di tutti.
Il disco il sé non è male e credo che a molti non dispiacerà perché è aggressivo, ma non troppo, ed è suonato con la giusta carica.
Forse l'unica cosa che non mi ha convinta è la sensazione di "già sentito" che mi accoglieva a ogni inizio, ma in fondo il gruppo non è sulla scena da tantissimo.
Sicuramente con qualche anno in più sulle spalle, riusciranno a ritagliare il loro spazio.
Se appassionati del genere, ascoltatevi Redefine e sono certa che alcuni pezzi sapranno prendervi in senso positivo. Se cercate sonorità innovative, meglio evitare.

Track by Track
  1. Fred's story 70
  2. Boom! 70
  3. Cutaway 70
  4. Under my skin 70
  5. True faces 70
  6. Faint slit 70
  7. Turn back 70
  8. Deadlock 70
  9. Just live 70
  10. Join the hated 70
  11. Savior 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
69

 

Recensione di reira » pubblicata il 27.08.2017. Articolo letto 91 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.