In Tormentata Quiete «Finestatico» (2017)

In Tormentata Quiete «Finestatico» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
14.08.2017

 

Visualizzazioni:
692

 

Band:
In Tormentata Quiete
[MetalWave] Invia una email a In Tormentata Quiete [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di In Tormentata Quiete [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di In Tormentata Quiete

 

Titolo:
Finestatico

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Samantha Bevoni, Marco Vitale, Simone Lanzoni :: Vox
Lorenzo Rinaldi :: Guitars
Maurizio D'Apote :: Bass
Antonio Ricco :: Keyboards
Francesco Paparella :: Drums

 

Genere:
Emphatic Avantgarde Metal

 

Durata:
45' 10"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
16.06.2017

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Piacevolmente stupito dal precedente “Cromagia”, gli In Tormentata Quiete arrivano al loro quarto album a fare una musica sempre più sofisticata, tra il prog e certo avantgarde, che taglia quasi completamente i ponti con il metal estremo, e che fa dell’atmosfera la sua arma vincente, cosa che avevo auspicato nella mia recensione fatta per il precedente album.
Se infatti l’opener di Finestatico, “Zero,” comincia con quella che forse è l’unica parte veloce dell’album ed evolve verso un tipo di musica fortemente evocativo e dalla buona liricità, è da “Sole” in poi che le voci la fanno da padrone e donano ai brani una marcia in più, con un climax sugli scudi per tutto il tempo e decisamente senza battute a vuoto né strumenti che si limitano ad accompagnare le voci. Tutto è volto a costruire dei brani parecchio atmosferici e amalgamati a livello di voce e di strumenti, tanto che il breakdown della terza canzone non risulta neanche fuori luogo, anche se in teoria lo sarebbe, anche se il picco lo si raggiunge nella parte centrale, con una grande “Eta Carinae” che consiste in 9 minuti davvero ragguardevoli e una “Sirio” più maestosa. Il tutto per 45 minuti di musica dove gli ITQ non sbagliano un colpo e dove ti convincono per una profondità del sound davvero ragguardevole, senza che tutto questo suoni troppo diluito o corale. Poi certo, ci sarebbero alcune spigolosità nella voce screaming che a volte rovina un po’ l’effetto, oppure si potrebbe chiedere qualcosa di più come chitarra solista, ma sono dettagli trascurabili. La verità è che Finestatico rappresenta l’episodio finora migliore della carriera musicale degli In Tormentata Quiete da Bologna, e che zittisce tutti sulla qualità musicale. Se siete fans del metal più atmosferico e avantgarde o magari anche di certa musica Post, questo disco per me è un acquisto più che consigliato.

Track by Track
  1. Zero 75
  2. Sole 80
  3. R136a1 75
  4. Eta Carinae 85
  5. Sirio 85
  6. RR Lyrae 80
  7. Demiurgo 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 14.08.2017. Articolo letto 692 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.