Riverweed «Full Moon» (2017)

Riverweed «Full Moon» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
29.07.2017

 

Visualizzazioni:
228

 

Band:
Riverweed
[MetalWave] Invia una email a Riverweed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Riverweed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Riverweed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Riverweed

 

Titolo:
Full Moon

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Alessandro Cocchetto :: Guitar, Vocals;
- Filippo Ceron :: Drums, Vocals;

 

Genere:
Rock / Alternative

 

Durata:
23' 18"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
New Model Label
[MetalWave] Invia una email a New Model Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di New Model Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di New Model Label

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Uscito oltre un anno e mezzo fa, i trevigiani River Reed rilasciano questo lavoro autoprodotto su formato Ep intitolato “Full Moon” composto di sei tracce su base rock alternativo, blues rock garage dalle sonorità decisamente sporche e allo stesso tempo tenaci e mordenti. Il duo trae la propria ispirazione riallacciandosi prevalentemente alla scuola del blues americano contaminandolo con contesti rock il cui risultato risulta soddisfacente anche se in alcuni punti il lavoro risulta particolarmente sbarazzino e forse sin troppo opprimente a causa di un eccessivo fuzz. Buono ed espressivo risulta invece il clean in grado di adattarsi al meglio sulle ritmiche proposte. “The Mole” è un brano che pur denotando appieno e sin da subito lo stile adottato da questa band, appare un po’ troppo sudicio nel sound proprio per i motivi precedentemente detti; simpatica la proposta di “Manipulate Me” allegra nella proposta e di matrice quasi settantiana nel sound; si prosegue con “Barefoot Blues” un vero e propri inno al blues americano con innumerevoli influenze e personalizzazioni inserite dalla band; “Homo sapiens” un nuovo bluesy nuovamente ammortizzato con sonorità rock garage e ritmiche divertenti; “Tank” e la conclusiva “Flower Dust” si armonizzano la prima, su un contesto ritmico quasi costante, mentre la seconda, particolarmente moderata nelle andature, rappresenta una nuova miscela tra blues e garage rock senza sbilanciarsi troppo nei contenuti. Questo “Full Moon” offre un discreto spunto tra una buona combinazione di sonorità che in qualche caso andrebbero forse maggiormente orientate su un qualcosa di leggermente più pulito.

Track by Track
  1. The Mole 60
  2. Manipulate Me 70
  3. Barefoot Blues 75
  4. Homo Sapiens 70
  5. Tank 70
  6. Flower Dust 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 29.07.2017. Articolo letto 228 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.