5Rand «Sacred / Scared» (2017)

5rand «Sacred / Scared» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
25.07.2017

 

Visualizzazioni:
723

 

Band:
5Rand
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di 5Rand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di 5Rand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di 5Rand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di 5Rand [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di 5Rand

 

Titolo:
Sacred / Scared

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Julia Elenoir :: vocals
Pierluigi Carocci :: guitars
Riccardo Zito :: bass
Francesco Marroni :: drums

 

Genere:
Extreme Metal

 

Durata:
37' 19"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.02.2017

 

Etichetta:
My Kingdom Music
[MetalWave] Invia una email a My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di My Kingdom Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di My Kingdom Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Disco di debutto per i 5Rand, che in questo “Sacred / Scared” ci propongono un mix di metal moderno e groove non distante da quanto fatto dagli Arch Enemy degli ultimi 10 anni, con l’aggiunta di più voce pulita nei ritornelli.
Un disco dunque non certo per gli amanti del metal old school, ma che all’ascolto si fa notare comunque per una certa scorrevolezza compositiva, che rende l’ascolto del disco liscio e senza cadute di tono, in grado di alternarsi da un melodeath più canonico all’inizio dell’album, passando per l’episodio più “core” di tutti, cioè “Cordyceps” e concludendo nella seconda parte con sonorità più groovy, che fanno risaltare “Preacher of lies” e “Drowning into insanity”. Questa è anche la parte migliore dell’album perché i 5rand non si avventurano troppo in tempi veloci, che sono il campo dove finora la band ha mostrato meno personalità, come è peraltro desumibile dalla discreta “The true death show”, brano che cerca di accelerare tutto senza riuscirci troppo né per molto tempo, tornando su tempi medi magari più canonici ma massicci.
In generale dunque “Sacred/Scared” è un album globalmente riuscito e tranquillo da ascoltare, ma che manifesta due piccoli difetti: il primo sta nel songwriting che probabilmente potrebbe osare un po’ di più e che per ora ha un certo odore di canonico in questo album, e l’altro è dato da una certa scarsezza di lavorazione della chitarra e della voce in fase di produzione: se infatti spesse volte ci si lamenta che i dischi di questo genere sono troppo armonizzati e iper-prodotti, qui stranamente siamo dall’altra parte del problema, ovvero abbiamo poche armonizzazioni di voci pulite e ancora meno per chitarra, sia durante i ritornelli che nelle strofe, e questo attutisce l’impatto dei 5Rand, rendendoli magari più fedeli all’originale da live, ma anche un po’ grezzi e meno fantasiosi. In conclusione: non sarà un disco che fa saltare il banco, ma comunque “Sacred/Scared” dei 5Rand è un album di metal moderno tranquillo da ascoltare e godibile, consigliabile a chi apprezza le ultime gesta di gruppi come gli Arch Enemy.

Track by Track
  1. Behind the doors of sin Intro S.V.
  2. Erase 70
  3. Fuck – Smile 65
  4. Paint of Pain 65
  5. Cordyceps 70
  6. Blessed 70
  7. Preacher of lies 75
  8. Drowning into insanity 75
  9. The true Death show 65
  10. Narcolepsycho (Silent Scream) Outro S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 25.07.2017. Articolo letto 723 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.