Dobermann «Pure Breed» (2017)

Dobermann «Pure Breed» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
11.07.2017

 

Visualizzazioni:
237

 

Band:
Dobermann
[MetalWave] Invia una email a Dobermann [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dobermann [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dobermann [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Dobermann

 

Titolo:
Pure Breed

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Paul Del Bello :: Vox, Bass
Ritchie Mohicano :: Guitars
Antonio Burzotta :: Drums

 

Genere:
Rock

 

Durata:
36' 25"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
11.03.2017

 

Etichetta:
Wild Mondays Music
[MetalWave] Invia una email a Wild Mondays Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Wild Mondays Music

 

Distribuzione:
Horus Music
[MetalWave] Invia una email a Horus Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Horus Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Horus Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Horus Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Horus Music

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Devo ammettere che non conoscevo i piemontesi Dobermann, nonostante siano al loro quarto album, ma devo anche ammettere che il loro “Pure Breed” parla parecchio per sé, trattandosi di un album tanto facile da ascoltare quanto avvincente e gradevole di rock n roll, con venature di glam e (più rare) di blues, per un totale di 36 minuti e mezzo di musica che scorre via come un piacere.
E questo per il semplice motivo che non c’è tanto bisogno di essere originali nel rock n roll se si ha un chitarrista come il loro Ritchie che riesce a eccellere con una gran quantità di riffs ispirati e con assoli del tutto funzionanti, che compensano una voce buona ma non al top della potenza e una batteria a cui potrei chiedere di più come aggressività. Basta ascoltare l’opener “War thunder” e pensare al sorriso che ti lascia alla fine dell’ascolto, o a “Taking in the out takes”, tanto diretta quanto ispirata, o la spensierata “I fucking hate drummers”, o “I need a holiday” che va perfino a citare i Motley Crue con questo stile molto più rock che glam, passando per la Satriani-oriented “Stuck in traffic” e per la blues/jazz oriented “Magic Mountain”, il tutto per un disco completo e fatto sia con divertimento che in maniera efficace, che accomuna diversi stili senza farli suonare affatto fuori contesto, e il cui vero punto di forza sta non nell’originalità, ma nella convinzione e nell’adrenalina che i Dobermann ti comunicano quando suonano, per ostinazione e fedeltà agli schemi.
Davvero: se di questi tempi cercate un disco rock n roll divertente e da mettere su mentre si guida, fate vostro quest’album.

Track by Track
  1. SPNC - Intro S.V.
  2. War thunder 80
  3. Taking inthe out takes 80
  4. Radioactive (feat. Bumblefoot) 70
  5. Pure breed 75
  6. I fucking hate drummers (feat. Adam Bomb) 80
  7. I need a holiday 80
  8. Stuck in traffic 75
  9. Hometown 70
  10. Magic mountain 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 11.07.2017. Articolo letto 237 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.