Alms Of The Giant «Oracles» (2017)

Alms Of The Giant «Oracles» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
11.07.2017

 

Visualizzazioni:
176

 

Band:
Alms Of The Giant
[MetalWave] Invia una email a Alms Of The Giant [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Alms Of The Giant [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Alms Of The Giant

 

Titolo:
Oracles

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco Gargantini: vocals
Federico Schiavoni: guitar
Luca Andreoli: guitar
Fabio Guzzi: bass
Fulvio Bozzelli: drums

 

Genere:
Metal / Mathcore / Postrock

 

Durata:
14' 0"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
24.03.2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Band di recente formazione con base a Milano che sotto il nome di "Alms Of The Giant" muove i primi passi musicali a partire dal 2014. I cinque ragazzi che formano la band contano un album registrato a Settembre del 2015 e pubblicato nel 2016 “Meet The Abyss” e questo mini cd di cinque tracce dal titolo "Oracles" datato 2017. Quindici minuti di musica intensa tra il Metal, il Mathcore e il Postrock. Cinque tracce decise e dall'intensità energica. Si parte con "Dust On The Floor Of My Existence" dove pregevoli tecnicismi ritmici accompagnano una chitarra grezza ed una voce aggressiva in versione scream, il brano successivo "My Inner Voice" gode di una componente più melodiche che ammorbidisce l'etmosfera regalando spunti piacevoli e interessanti, quasi una straziante e quasi malinconica performance che non tarda a tramutarsi in adrenalina allo stato puro. "Ludes" è la traccia centrale dell'Ep una sorta di ballata dalle ritmiche strane e per niente regolari ma che denotano un tasso di tecnica e padronanza strumentale davvero notevole, e che lascia poi spazio alla penultima traccia "Xiphas Gladius" dove una linea di chitarra ruvida da manforte ad una voce corposa e padrona della scena. "Prevail" chiude l'Ep dove si ripete lo schema altalenante tra momenti melodici e spunti più forti e scuri tuti ben amalgamati tra loro. Un album maturo per una band che nonostante la recente formazione sembra già avere le idee chiare.

Track by Track
  1. Dust On The Floor Of My Existence 70
  2. My Inner Voice 70
  3. Ludes 65
  4. Xiphas Gladius 70
  5. Prevail 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Led » pubblicata il 11.07.2017. Articolo letto 176 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.