Zarthas «Reflections» (2017)

Zarthas «Reflections» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
08.07.2017

 

Visualizzazioni:
533

 

Band:
Zarthas
[MetalWave] Invia una email a Zarthas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Zarthas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Zarthas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Zarthas [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Zarthas

 

Titolo:
Reflections

 

Nazione:
Finlandia

 

Formazione:
Sanni Luttinen - Keyboards
Lauri Huovinen - Vocals / Guitars
Jani Vahera - Drums
Pekka Junttila - Bass
Jarmo Luttinen - Guitars

 

Genere:
Rock / Metal

 

Durata:
44' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
WormHoleDeath
[MetalWave] Invia una email a WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di WormHoleDeath

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La Finlandia è un paese che da sempre brulica di band Metal. Da qui provengono infatti grandi nomi, di quelli che stanno scrivendo parte della storia musicale moderna e meritano grande rispetto.
Anche gli Zarthas hanno la fortuna di provenire da questo stato, precisamente da Oulu, e si sono formati abbastanza recentemente nel 2014.
Il disco che ci propongono non è male, a dirla tutta, ma non ho riscontrato degli elementi che mi facessero veramente pensare a un qualcosa di originale.
Credo che questo sia in gran parte dovuto al fatto che la formazione è giovane e ancora non ha trovato uno stile ben chiaro e definito.
Alcune tracce mi sono sembrate un pò raffazzonate, buttate lì per riempire per bene un cd.
Nonostante ciò, la musica in sé è fatta discretamente: un Metal molto contaminato da sonorità rock con elementi elettronici in chiave orecchiabile e melodica.
Niente di nuovo, ma c'è di sicuro un gran margine di miglioramento.
Un elemento sul quale i Zarthas possono puntare e spingere è la voce di Lauri Huovinen (vocale-guitars) che mi ricorda un pò il loro connazionale e compaesano Ville Laihiala (Poison black e prima Sentenced). Ecco, di sicuro è un aspetto piacevole.
Nel complesso Reflections ha delle potenzialità, certo non è un masterpiece, d'altronde il gruppo ha ancora parecchia strada da percorrere.

Track by Track
  1. Riot now! 65
  2. The green and red light 65
  3. Bad wannabe 65
  4. Back to black hole 65
  5. Pulse! 65
  6. First night of forever 65
  7. Outside 65
  8. Isolate 65
  9. Ever after (isolate reprise) 65
  10. Illusion of immortality 65
  11. Where the heart is 65
  12. Reflections 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
64

 

Recensione di reira » pubblicata il 08.07.2017. Articolo letto 533 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.