Infestus «Dresses Of Darkness» (2017)

Infestus «Dresses Of Darkness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
07.07.2017

 

Visualizzazioni:
249

 

Band:
Infestus
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infestus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infestus

 

Titolo:
Dresses Of Darkness

 

Nazione:
Venezuela

 

Formazione:
- Raul Garcia :: Voice;
- Felipe Foti :: Guitar;
- Hector Perez :: Guitar;
- Antonio Madermir :: Bass;
- Carlos Azuaje :: Drums;

 

Genere:
Vampire Gothic Metal

 

Durata:
20' 55"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
29.06.2017

 

Etichetta:
Club Inferno
[MetalWave] Invia una email a Club Inferno [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Club Inferno [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Club Inferno [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Club Inferno [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Club Inferno

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La band venezuelana degli Infestus, rilascia questo Ep di cinque tracce intitolato “Dresses of Darkness” offrendo allo sesso tempo un sensazione di particolare completezza generata dai toni Gothic Black Metal particolarmente oscuri ma parimenti melodici e dinamici; nel corso dell’ascolto non mancano riferimenti dal sapore vampiresco riconducibile a band quali Cradle of Filth o a Theatres Des Vampires ma in ogni caso ciò che va a caratterizzare il lavoro è anche una buona dose melodica dei brani. Per quanto attiene alla parte cantata si assiste ad uno sdoppiamento vocale tra un clean pittoresco dal sapore quasi satanico non proprio in linea con la musica dando un po’ l’impressione del fuori tono al contrario dell’ imponente quanto energico growl. Le ritmiche si alternano, come si diceva, tra moderazione e contesti più spinti e nel corso dell’ascolto non mancano lead solo destinati forse più ad un heavy metal che al gothic. Tra i brani paiono migliori dell’Ep “My Mournful Charlotte” lento ed oscuro dove regna al meglio il senso compositivo del gothic black metal proposto dalla band; meno profonde paiono “The Shdow of Vampire” e “Lobizon” due contesti penalizzati in parte dal clean vocale che viene ben tamponato dal growl e dalla discreta strumentalità; la conclusiva “Blood Matriarch” si presenta apprezzabile solo per la ritmica ma non per il cantato. Un Ep che funziona a metà dove la musica soddisfa ma personalmente il cantato in clean lascia sin troppo a desiderare.

Track by Track
  1. Vampirica S.V.
  2. My Mournful Charlotte 65
  3. The Shadow Of The Vampire 55
  4. Lobizon 55
  5. Blood Matriarch 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 07.07.2017. Articolo letto 249 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.