Mastercastle «Wine Of Heaven» (2017)

Mastercastle «Wine Of Heaven» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
06.06.2017

 

Visualizzazioni:
1150

 

Band:
Mastercastle
[MetalWave] Invia una email a Mastercastle [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mastercastle [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mastercastle [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Mastercastle

 

Titolo:
Wine Of Heaven

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
GIORGIA GUEGLIO - VOICE
PIER GONELLA - GUITAR
STEVE VAWAMAS - BASS
FRANCESCO LA ROSA - DRUMS

 

Genere:
Metal Neo Classico

 

Durata:
41' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.05.2017

 

Etichetta:
Scarlet Records
[MetalWave] Invia una email a Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Scarlet Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Scarlet Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Mastercastle sono arrivati al loro sesto album e gli anni di esperienza in studio e sui palchi hanno dato un valido risultato, tutto sommato.
Wine of Heaven si sviluppa attraverso le sue nove tracce suonate con un Metal neoclassico molto melodico e questa è la sua carta vincente in assoluto.
A dire il vero, i veri protagonisti di questo lavoro sono due: Giorgia con la sua voce versatile e il grande Pier con i suoi mille riff e virtuosismi alla chitarra, il quale non sa proprio resistere al fatto di mostrare le sue capacità.
Con due elementi simili, il risultato non può essere poi così deludente, quindi.
Vorrei aggiungere che, oltre al fatto di proporre musica orecchiabile, i Mastercastle sono riusciti a risultare molto attuali con questo disco presentando sonorità fresche e non banali. Basta ascoltare già la prima "Drink Of Me" nella quale vengono inseriti aspetti elettronici.
Tra le varie songs, troviamo anche due cover che potrebbero risultare interessanti: la prima, ispirata alla colonna sonora del bellissimo film di Miyazaki “Castle In The Sky” (traccia numero otto) ; la seconda rappresenta uno sguardo agli anni '80 con un classico dei Malmsteen, “Making Love”.
Insomma, Wine of Heaven non è un cd impressionante o un "must have", ma è un qualcosa di bello, piacevole e comunque di livello che merita la nostra attenzione.

Track by Track
  1. Drink of me 70
  2. Space of variations 70
  3. Wine of heaven 70
  4. Hot as blood 70
  5. Shine of me 70
  6. Black Tree's heart 70
  7. Enlightement 70
  8. Castle in the sky 70
  9. Making love 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
70

 

Recensione di reira » pubblicata il 06.06.2017. Articolo letto 1150 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.