Fate Unburied «Logos» (2017)

Fate Unburied «Logos» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
23.05.2017

 

Visualizzazioni:
1105

 

Band:
Fate Unburied
[MetalWave] Invia una email a Fate Unburied [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fate Unburied

 

Titolo:
Logos

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Riccardo Babbolin :: Vocals, Guitar;
- Francesco Garatti :: Guitar;
- Giorgio Piva :: Drums;
- Davide Polato :: Bass;

 

Genere:
Prog / Death Metal

 

Durata:
44' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.03.2017

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR
Eagle Booking Live Promotion
[MetalWave] Invia una email a Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Eagle Booking Live Promotion

 

Recensione

I vicentini Fate Unburied esordiscono con questo “Logos”, coordinando sonorità death metal miste tra passato e moderno; diciamo che questa risoluzione, pur essendo negli ultimi tempi particolarmente gettonata, tuttavia in alcuni casi assume dei contorni di tutto rispetto così come per questa band. L’apparato strumentale, potente ed intenso all’ennesima potenza va spesso a confrontarsi con particolari quanto inaspettate melodie capaci di mutare improvvisamente per divergere su contesti di matrice più tecnica; la parte cantata in growl, pare alternarsi di tanto in tanto tra un brano e l’altro con un minimo di affanno. L’intero lavoro, dopo una serie di ascolti, offre in definitiva quella sensazione di compiutezza che difficilmente stanca a cagione dei suoi innovativi contenuti propagantisi nell’ascolto delle dieci tracce. Con “It’s Late” la band mette subito in mostra il suo potenziale ben disposto dove riff imponenti e ritmiche diversificate fanno in sostanza il punto di forza rispetto al comune. “Dormancy Within”, presenta un’apertura riservata ad un giro di basso moderato e da una successiva quanto melodica linea compositiva non scevra di tecnicismi affabili all’ascolto; anche la successiva “Verigo” ben si dispone tra riff fantasiosi e annesse ritmiche esaltanti e ben calibrate; “Methrosy” si classifica come un brano di puro death metal, sfiorando in apertura contesti brutal; da evidenziare le modulazioni e il sincronico lavoro delle chitarre anche nella parte più melodica; “Life Abuse” è un intermezzo di breve durata che anticipa “Fate”, altra potente muraglia sonora tecnica, dinamica e fantasiosa, prettamente strumentale che non si risparmia a nulla; buoni anche gli intermezzi melodici; “Inner Wisdom” e la successiva “Oppression Resignation” rappresentano due realtà diversificate, sia sotto il profilo compositivo la prima, sempre caratterizzata anche dal particolare growl che quasi fatica ad essere cazzuto il giusto, mentre la seconda, è uno strumentale che funge nuovamente da intermezzo. Non cessano le emozioni neanche con “Ultima” dove un thrash death proposto in maniera sinergica e tecnica conferma quel tocco di particolarità cui va a caratterizzarsi la band; gli oltre sette minuti di “Umburied” con la sua apertura priva di distorti e ritmicamente pacata anche per una batteria quasi sdolcinata, ci conducono ad una nuovo, successivo e brillante sviluppo tecnico a conferma dell’ indiscusso potenziale di questa band.

Track by Track
  1. It's Late! 80
  2. Dormancy Within 80
  3. Vertigo 80
  4. Methrosy 80
  5. Life Abuse S.V.
  6. Fate 80
  7. Inner Wisdom 80
  8. Oppression_Resignation S.V.
  9. Ultima 80
  10. Umburied 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 23.05.2017. Articolo letto 1105 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.