Nofuck «Walls of Flesh» (2017)

Nofuck «Walls Of Flesh» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
11.05.2017

 

Visualizzazioni:
280

 

Band:
Nofuck
[MetalWave] Invia una email a Nofuck [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nofuck [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nofuck

 

Titolo:
Walls of Flesh

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Daniele :: vocals;
- David :: guitar;
- Roberto :. guitar;
- Emilio :: bass;
- Davide :: drums;

 

Genere:
Thrash / Death Metal

 

Durata:
40' 38"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
05.04.2017

 

Etichetta:
MurdHer Records
[MetalWave] Invia una email a MurdHer Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di MurdHer Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di MurdHer Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Valhalla Agency
[MetalWave] Invia una email a Valhalla Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Valhalla Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Valhalla Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Valhalla Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Valhalla Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Valhalla Agency

 

Recensione

I Nofuck, band capitolina formatasi all’incirca un ventennio fa, rilascia questo nuovo album dal titolo “Walls of Flesh” racchiudendo nella maniera migliore tutta la propria passione per il thrash death metal tra andature non troppo esasperate ed dagli annessi contenuti tecnico - dinamici. Le dieci tracce racchiudono numerosi richiami a band mondiali ma indubbiamente il tocco che la band sa dare è personale sia per i particolari groove che si riflettono in maniera diversificata in diverse tracce che per i richiami melodici assolutamente congruenti con le strutture ritmiche dei brani. Le andature risultano in ogni caso abbellite anche da un a discreta produzione alle spalle in grado di rendere l’ascolto complessivamente affabile e nitido nei contenuti; la compattezza del sound rivela in ogni caso una proposta in definitiva muscolosa e d’effetto, senza punti deboli, ma solamente tenace e potente tra riff di matrice thrash e death e annessi quanto vorticosi mutamenti repentini sprigionati dalle pelli unificate da un annesso, quanto corposo growl. L’effetto or ora descritto è quello che emerge sin dall’ascolto di “Walls of Flesh” il cui impatto iniziale non si smentisce neanche nella successiva “Empire”, composta da un lavoro ritmico in cui non mancano groove in alternanza a riff con annessi spunti melodici; “Panther”, è a detta di chi scrive forse una delle tracce che richiama di più lo stile dei Pantera che nel successivo “99” viene messo da parte per concentrare il tutto su una struttura dinamica e prepotente generata tra thrash e death metal; interessanti gli scatti ritmici che si propagano come un’onda assassina; “Soul to Forge”, dopo un intro parlato, scatta come una molla e ci porta quasi subito all’ascolto di “Psychopig” altra traccia che ci porta alla mente in parte gli Annihilator e che in definitiva si rileva discretamente coinvolgente; “Disseminate”, rappresenta un pezzo dall’apertura acustica e dalla successiva andatura moderata, pronta a mutare immediatamente in un pastoso death thrash questa volta non troppo fantasioso nei contenuti; “Zombie Love” e “Time to close” non si distaccano poi di molto dai precedenti ascolti offrendo sempre un qualcosa di diverso e dinamico; la chiusura del platter è affidata a “Hot Hell California” ennesima bomba particolarmente pregna di groove che lascia in definitiva esprimere un giudizio positivo sull’intero lavoro in cui la band dà piena prova che senza eccessi ma con la giusta dose di esperienza, si ottengono risultati di tutto rispetto.

Track by Track
  1. Walls of Flesh 80
  2. Empire 80
  3. Panther 75
  4. 99 75
  5. Soul to Forge 75
  6. Psychopig 75
  7. Disseminate 70
  8. Zombie Love 80
  9. Time to close 75
  10. Hot Hell California 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 11.05.2017. Articolo letto 280 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.