Dead & Breakfast «Rebirth» (2016)

Dead & Breakfast «Rebirth» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
19.04.2017

 

Visualizzazioni:
348

 

Band:
Dead & Breakfast
[MetalWave] Invia una email a Dead & Breakfast [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dead & Breakfast [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Dead & Breakfast

 

Titolo:
Rebirth

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Pachu :: Voice, Bass;
- G.i.joe :: Guitar, Voice;
- Piffy :: Drums;

 

Genere:
Hard Rock / Horror Punk

 

Durata:
27' 7"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2016

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Atomic Stuff
[MetalWave] Invia una email a Atomic Stuff [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Atomic Stuff

 

Recensione

Con meno di mezz’ora di ascolto il trio di Lodi dei Dead & Breakfast ci propongono il loro ultimo lavoro intitolato “Rebirth” e disposto su un sette tracce dalle caratteristiche sonorità Horror Punk e hard rock. L’ascolto si mantiene sostanzialmente vivace dall’inizio alla fine considerando anche le tematiche trattate dalla band che ben possono percepirsi dall’analisi dall’artwork fatta di zombie cimiteri e quant’altro. Le ritmiche, non troppo caotiche, lasciano percepire il buon gusto della band sul generare andature più dinamiche rispetto ad altre che vanno ottimamente ad amalgamarsi sul clean talvolta più aspro del cantato. “The Devil Inside” apre il cd in maniera particolarmente creativa sotto il profilo ritmico dando poi impulso ad un’andatura mista ed accelerata dal sapore punk e ricca di contesti horror hard rock; la successiva “Nightmare” apre con un riff deciso ed incisivo pronto a dar manforte ad un’annessa ritmica propositiva e diversificata nei contenuti; “Tarantula” risulta un brano quasi thrash per la proposizione introduttiva e per l’annessa grinta compositiva; uno dei brani migliori ad avviso di chi scrive; un hard rock a tutti gli effetti propone l’inizio di “Timmy”, particolarmente moderato nella proposta e non troppo fantasioso nei contenuti; la successiva “Dead & Breakfast” ci riporta alle dinamiche introduttive più movimentate e divertenti; si prosegue poi con “Inch by Inch”, dall’imponente groove che fa del brano un altro interessante pezzo forte del disco; si giunge alla conclusiva “Rebirth”, con il suo hard rock sempre misterioso e dai contenuti horror; espressiva la parte cantata che nel complesso dell’intero lavoro si rivela sempre all’altezza della situazione; le ritmiche nuovamente divertenti di questo ultimo brano portano a tirare le somme e concludere dicendo che i Dead & Breakfast sono sempre pronti a spuntare dietro l’angolo per impaurirci ma non certo per farci scappare.

Track by Track
  1. The Devil Inside 70
  2. Nightmare 75
  3. Tarantula 80
  4. Timmy 70
  5. Dead & Breakfast 75
  6. Inch by Inch 75
  7. Rebirth 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 19.04.2017. Articolo letto 348 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.