Obscurãtio «We Are Alone» (2017)

Obscurătio «We Are Alone» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
16.03.2017

 

Visualizzazioni:
122

 

Band:
Obscurãtio
[MetalWave] Invia una email a Obscurãtio [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Obscurãtio

 

Titolo:
We Are Alone

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Valerio Rigo :: lead and backing vocals
Mirko Maiutto :: guitars, composer, and mixing
Andrea Dal Col :: composer

 

Genere:
Metal

 

Durata:
27' 26"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Obscuratio sono una nuova band del nord Italia, che con molta umiltà ci propone il proprio Ep di debutto, chiamato “We are alone” e che condensa 5 tracce in 27 minuti e mezzo di una musica sommariamente definibile come metal sinfonico, di quello che punta sulla grandeur sinfonica e su un metal magari moderno, ma anche tendente al power e all’heavy.
Ora, che gli Obscuratio non siano ai livelli del top di questo genere è ovvio, ma direi anche che “We are alone” è comunque meno che un buon disco dell’underground: è un Ep di ragazzi inesperti, che con i mezzi che hanno a disposizione si vogliono divertire, ed è proprio così che questo disco va considerato: un divertimento e poco più. La title track infatti è un brano discreto symphonic e nulla più, non originale ma pur sempre apprezzabile per ciò che i nostri possono fare, ma già tutto il resto va nella direzione di un rock abbastanza semplice, come la seconda canzone, carina ma anche accompagnata da una tastiera un po’ invadente per la verità, o la quinta canzone, un tributo onesto e apprezzabile per ciò che gli Obscuratio possono fare ma nulla più. Poco da dire sulla terza canzone, forse goliardica, forse più spensierata, ma che detta francamente è a volte incolore e a volte una vera pena da sentire, mentre “The way” è un rock abbastanza standard poco ispirato.
Insomma: non certo un miracolo, ma per ciò che gli Obscuratio sanno fare come esperienza o come mezzi, per me non era lecito aspettarcisi di più, e per ora oltre un divertissement della band stessa, “We are alone” non va, ma per ora ci accontentiamo. Certo, se si vuole fare strada, il lavoro c’è.

Track by Track
  1. We are alone 65
  2. KcirtaP 60
  3. Speak Italian (Arguing With An Idiot) 55
  4. The way 55
  5. Tribute to my beloved 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 16.03.2017. Articolo letto 122 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.