Skymall Solution «Skymall Solution» (2017)

Skymall Solution «Skymall Solution» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
05.02.2017

 

Visualizzazioni:
718

 

Band:
Skymall Solution
[MetalWave] Invia una email a Skymall Solution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Skymall Solution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Skymall Solution

 

Titolo:
Skymall Solution

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Ivan Kircoff :: Bass;
- Simone Kircoff :: Vocasl;
- Patrizio Bottone :: Guitars;
- Valerio Bottone :: Drums;
- Francesco Bianchi :: Keyboards, programming;

 

Genere:
Alternative Rock Metal / Progressive

 

Durata:
39' 7"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
VRecords
[MetalWave] Invia una email a VRecords [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di VRecords [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di VRecords

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe

 

Agenzia di Promozione:
Davvero Comunicazione
[MetalWave] Invia una email a Davvero Comunicazione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Davvero Comunicazione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Davvero Comunicazione

 

Recensione

I romani Skymall Solution esordiscono con questo loro omonimo e secondo album all’interno del quale atmosfere dilatate vanno ad intersecarsi con la musicalità offerta dalla band e orientata su un metal rock alternativo. Il quintetto capitolino infatti riesce a dare impulso a particolari contesti ritmici in grado di generare un sound piuttosto moderno e melodico nei contenuti grazie soprattutto al lavoro dietro al synth e alle annesse ritmiche della chitarra; la parte vocale, clean al massimo alterna il suo potenziale attraverso contesti espressivi al massimo ma calandosi spesso anche in parodie dai toni quasi rap. I brani scorrono in maniera decisamente dinamica sia per la moderazione e le melodie generate che riescono a piacere e a farsi apprezzare anche da timpani abituati a generi diametralmente opposto a questo. Una lungo intro caratterizza “Collision” per poi ricadere sul successivo “Running Reflection” , all’interno del quale si ravvisano bene i contesti rock prog che caratterizzano il sound della band; melodie ed armonia vocale vanno a miscelarsi per sviluppare un piacevole e moderato brano; “Hold your Breath” sviluppa un sound dal sapore quasi psichedelico rock frutto in un buon lavoro ritmico di chitarra; un po’ meno entusiasmante la soluzione quasi rap del cantato che personalmente non condivido. Un arpeggio e un’andatura rock moderata aprono “My Head” il cui ritornello distorto corazza in definitiva un brano dai complessivamente apprezzabili; si prosegue con “Cold War” dalle atmosfere quasi romantiche che si sveglia nella sua seconda metà offrendoci anche un’inedita prova clean più cattiva e propositiva; “Touch Me” è invece quel di brano che l’ascoltatore attendeva sin dall’inizio e che potremmo dire “finalmente è arrivato” per il suo groove e la sua potenza sonora, decisamente uno tra i migliori del platter; si prosegue con “Eyes in”, con i suoi contenuti progressive e metal irruenti ma non esagerati; un contesto quasi ambient è invece rappresentato dall’inizio di “Plastific” poi dirottato su un contesto metal placato dal clean vocale ma complessivamente piacevole all’ascolto; si giunge poi al conclusivo strumentale “Hope”, frutto del lavoro in synth. Un disco curato, magari se ci fossero stati brani un po’ più irruenti sarebbe stato meglio ma in ogni caso non lamentiamoci più di tanto.

Track by Track
  1. Collision S.V.
  2. Running Reflection 65
  3. Hold Your Breath 60
  4. My Head 65
  5. Cold War 65
  6. Touch Me 75
  7. Eyes In 70
  8. Plastific 70
  9. Hope S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 05.02.2017. Articolo letto 718 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.