Heartache «Skyscrapers and Firefalls» (2016)

Heartache «Skyscrapers And Firefalls» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
24.11.2016

 

Visualizzazioni:
1457

 

Band:
Heartache
[MetalWave] Invia una email a Heartache [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Heartache [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Heartache

 

Titolo:
Skyscrapers and Firefalls

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Thomas Gabriele: Lead Vocal; Matteo Palladini: Guitar, Vocals; Giancarlo Vizzaccaro: Keyboards; Andrea Prestia: Bass;
Alessandro Giordano: Drums, Percussion

 

Genere:
Progressive Rock / Metal

 

Durata:
1h 1' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
10.11.2016

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Grand Sounds PR
[MetalWave] Invia una email a Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Grand Sounds PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Grand Sounds PR

 

Recensione

Solitamente il progressive non è che mi entusiasmi particolarmente perché lo considero un genere che, se non è suonato con un criterio e capacità, potrebbe diventare pesante.
Il mio approccio al lavoro degli Heartache è stato quindi un pò condizionato da questo concetto.
Fortunatamente, la musica è sempre in grado di stupirci e farci sorridere.
Questo Skyscrapers and Firefalls è fatto molto bene.
Il progressive proposto è contaminato da mille sfaccettature tra rock e qualcosina di metal.
Troviamo anche arpeggi, riff, ma sempre lineari con lo stile proposto.
In tutto questo, la melodia la fa da padrona perché ho trovato che tutti i pezzi sono orecchiabili e molto piacevoli sin dal primo ascolto, grazie anche alla bella voce di Thomas (senza nulla togliere anche a Matteo).
Se proprio devo trovare qualche difetto, potrei dirvi che la cover poteva essere fatta diversamente e si poteva accorciare la durata dell'album, ma è solo pignoleria tutto sommato.
Gli Heartache funzionano bene e sono decisamente cool anche nella loro immagine un pò "grezza".
Per farla breve, questi ragazzi vogliono uscire col botto, perfetto, ci riusciranno perché sono bravi. Non aggiungo altro.

Track by Track
  1. Monday, 3.13 S.V.
  2. Appareal Makes the man 75
  3. Waking Hour 75
  4. Craziness 75
  5. Round Canvas 75
  6. Hope for breakfast 75
  7. Breaking news 75
  8. Climax 75
  9. Constant Dropping 75
  10. Monday, 3.21 S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
73

 

Recensione di reira » pubblicata il 24.11.2016. Articolo letto 1457 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.