Hyaena «Metamorphosis Revisited - Rehersal Room Live Mix» (2016)

Hyaena «Metamorphosis Revisited - Rehersal Room Live Mix» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
20.09.2016

 

Visualizzazioni:
791

 

Band:
Hyaena
[MetalWave] Invia una email a Hyaena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hyaena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hyaena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Hyaena

 

Titolo:
Metamorphosis Revisited - Rehersal Room Live Mix

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Gabriele Bellini :: Guitars;
- Ross Lukather :: Drums;
- Isabella Ferrari :: Bass;
- Claire Briant Nesti :: Vocals;

 

Genere:
Rock / Metal / Progressive

 

Durata:
38' 1"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2016

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Dopo poco tempo dall'aver recensito la ristampa degli Hyaena intitolata “Master Demo 87”, la band all’interno della quale militano tuttora due dei fondatori, ha recentemente rilasciato, sempre per la QuaRock Records, questo “Metamorphosis Revisited” con la sua nuova line up forte dal gentil sesso nelle persone di Claire Briant Nesti e della basista Isabella Ferrari, realizzando una nuova versione registrata interamente in studio del loro primissimo demo che in sostanza contiene per intero i brani già precedentemente recensiti con l’aggiunta in questa sede dell’ inedita cover di “Phenomena” all'epoca realizzata dei mitici Goblin. Il lavoro, completamente rivisitato sotto il profilo vocale, appare un’idea alquanto bizzarra essendo stata in sostanza mirata a rappresentare nella maniera più semplice e diretta la grande e rinnovata voglia di portare ancora avanti un progetto datato sin ai nostri giorni. Alcuni brani tendono in ogni caso ad apparire sin troppo liricizzati nei contenuti tendendo, seppur in minima parte, quasi a renderli poco credibili rispetto alla miscela esplosiva che li aveva caratterizzati inizialmente. L’operato della singer va invece decisamente apprezzato in alcuni brani tra cui “No Man’s Land” nel quale emerge la vena più espressiva e malinconica mentre in altri, come nel brano “Kill Without Mercy”, quella più aggressiva. Insomma la riproposizione di un lavoro di cui al limite poteva anche farsi a meno visto e considerato il contenuto di quello già sopra specificato. Non condivido la scelta di questa band sull'uscita di due dischi praticamente simili tra loro; personalmente avrei fatto uscire un doppio cd con entrambe le versioni del disco originale di cui la seconda cantata dall'ottima voce di Claire Briant Nesti. In questo modo l'ascoltatore avrebbe potuto meglio apprezzare e giudicare con un' unica uscita in doppio cd entrambe le versioni per meglio parametrare il passato con il presente.

Track by Track
  1. Metamorphosis 45
  2. Wrathchild 45
  3. No Man's Land 60
  4. Behind the wall 50
  5. Kill without Mercy 60
  6. Scream for Savannah 50
  7. Phenomena 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
54

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 20.09.2016. Articolo letto 791 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.