Str8 «Soul Inside?» (2005)

Str8 «Soul Inside?» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Heresy »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
890

 

Band:
Str8
[MetalWave] Invia una email a Str8 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Str8 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Str8 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Str8 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Str8 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Str8

 

Titolo:
Soul Inside?

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro - voce
Filippo - chitarra
Raffaello - chitarra
Emiliano - basso
Luca - batteria

 

Genere:

 

Durata:
52'

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2005

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Questo "Soul inside?" è il primo full length dei toscani STR8 che, nonostante un monicker non particolarmente efficace o ispirato, pubblicano dopo quasi sette anni di attività un discreto disco di rock-metal sotto la italiana Adverse Rising. Non so molto altro visto che il cd mi è arrivato privo di bio o di qualsiasi altra informazione, ma posso aggiungere che la registrazione è stata fatta sotto la guida del produttore Frand Andiver, e che segue l'uscita del primo demo "Memories" del 2003. Per il resto rimando all'intervista fatta agli STR8 tra queste stesse pagine.
Per quanto riguarda il disco in se', quello che abbiamo sono tredici tracce di metal piuttosto melodico con parecchie parti propriamente rock, dalle svariate influenze ma debitore in gran misura ai Metallica dell'amato-odiato "Black Album", nei riff, nelle linee vocali, negli arpeggi, nella struttura sempre lineare e semplice dei pezzi ec. Certo, non è che i nostri si riducano a una semplice cover-band dei Four Horsemen, anzi come ho già detto si sentono notevoli influenze hard rock e modern rock ma anche parecchie parti slappate di basso funky qua e là nei pezzi. Nonostante la durata totale che arriva a quasi un'ora il disco si lascia ascoltare abbastanza piacevolmente, certo magari alcuni pezzi si somigliano un po' troppo tra loro e questo alla lunga può venire a noia, ma comunque gli STR8 hanno dalla loro una discreta tecnica individuale e devo dire anche un certo gusto nelle composizioni, inoltre riescono a non scadere nella prolissità per quanto riguarda i singoli brani, e penso che questa sia sicuramente una nota di merito a loro favore. Buona la prova dietro il microfono di Alessandro, con una voce che in certi punti è più metal e aggressiva ma di solito rimane una classica voce di stampo rock (e questo a me è molto gradito, considerando quanto ancora amo il rock!).
In conclusione penso che "Soul inside?" possa essere un disco che si rivolge a un pubblico abbastanza variegato, non dico "ruffiano" ma certamente potrebbe attizzare a molti, io dal canto mio vi consiglio almeno di dargli un'ascoltata, poi magari può darsi che vi prenderà! Voto di incoraggiamento considerando che sono ancora al primo album.

Track by Track
  1. 4-8-2 70
  2. Fear to live 70
  3. Doom 70
  4. Black sun 70
  5. Abyss 70
  6. Last dawn 70
  7. Forever 70
  8. Inside the room of my heart 70
  9. Loneliness 70
  10. The cage 70
  11. Pain 70
  12. Frozen 70
  13. The world is drowning down 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Heresy » pubblicata il --. Articolo letto 890 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.