Exiled on Earth «Forces of Denial» (2016)

Exiled On Earth «Forces Of Denial» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
07.09.2016

 

Visualizzazioni:
1369

 

Band:
Exiled on Earth
[MetalWave] Invia una email a Exiled on Earth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Exiled on Earth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Exiled on Earth

 

Titolo:
Forces of Denial

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Tiziano Marcozzi :: Vocals, Guitar;
- Alfredo Gargaro :: Guitars;
- Piero Arioni :: Drums;
- Gino Palombi :: Bass;

 

Genere:
Thrash / Technical Metal

 

Durata:
40' 2"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.08.2016

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Vario, innovativo e decisamente ricco sotto ogni profilo si presenta questo secondo lavoro dei Exile on Earth che a distanza di qualche annetto dalla loro prima uscita ci presentano questo “Forces of Denial”, otto tracce che, pur mantenendo sempre una base tharsh unificano allo stesso contesti che variano dal power, al prog e all’heavy, affiancamenti questi che non tardano a farsi vivi all’ascolto azionando il tasto play sin dai primissimi brani. In ogni caso al di là dei vari apporti al thrash, la band sa ben divertire l’ascoltatore grazie alle sue sorprendenti quanto inaspettate ritmiche che riescono ad amalgamare e trascinare ulteriormente ogni brano già di per sè carico di energia. In apertura il disco presenta “Forces of Denial”, un concentrato di vero thrash potente per i suoi riff decisi e per la sua ritmica avvolgente ben presto coinvolta da una buona dose power che in definitiva non guasta affatto; buona in ogni brano risulta anche la proposta vocale mai sbarazzina e al contrario ben concentrata sull’ottenimento del miglior risultato possibile. Segue “The Glory and the Lie” un brano decisamente potente nell’apertura e non confusionario misto tra prog e power ben scandito in ogni suo singolo passaggio; è poi la volta di “Hypnotic Persecution”, un brano in apertura delay per la chitarra ma successivamente un vero concentrato di potenza assoluta sprigionata da un riff introduttivo poi inebriato da ritmiche di varia calibratura; risultato all’ascoltatore uno dei migliori di questo platter; “The Mangler” offre un intro quasi ambient squarciata da una prorompente ritmica decisa e ruggente; la parte cantata assurge i connotati vocali clean quasi più power ma in definitiva decisamente attrattivi. Le sorprese non terminano neanche con la successiva “Vortex of Deception”, altro singolare brano dai tratti decisamente più progressive, aggressivo e tenace che non molla un attimo la presa; “Undergrond Intelligence” presenta una nuova intro in modalità quasi ambient nuovamente spazzata via da un nuovo riff dal sound sempre un po’ tendente al grezzo ma deciso ed efficace; si prosegue con “Into the serpent’s Nest” una vera mazzata d’apertura che merita un ripetuto ascolto che parrebbe affiancarsi stranamente ma concretamente un po’ ai Control Denied. “Lifting the Veil” ci dà l’arrivederci con un motivo sempre il chiave thrash meno condizionato alle correnti di concreto impatto. Il disco si presenta in definitiva di buon livello sia sotto il profilo creativo che ovviamente strumentale e lascia ben sperare per il prossimo lavoro di questa band decisamente risultato all’altezza della situazione.

Track by Track
  1. Forces of Denial 75
  2. The Glory and the Lie 75
  3. Hypnotic Persecution 80
  4. The Mangler 70
  5. Vortex of Deception 75
  6. Undergrond Intelligence 75
  7. Into the serpent’s Nest 80
  8. Lifting the Veil 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 07.09.2016. Articolo letto 1369 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.