Nuclear Aggressor «Slow Dismemberment» (2016)

Nuclear Aggressor «Slow Dismemberment» | MetalWave.it Recensioni Autore:
vento »

 

Recensione Pubblicata il:
16.08.2016

 

Visualizzazioni:
1905

 

Band:
Nuclear Aggressor
[MetalWave] Invia una email a Nuclear Aggressor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nuclear Aggressor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nuclear Aggressor

 

Titolo:
Slow Dismemberment

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Hellvis: vocals & bass
Fabio: guitar & backvocals
Luka: drums

 

Genere:
Brutal Thrash Metal

 

Durata:
44' 20"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
26.09.2016

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La band proviene da Gorizia e propone un brutal thrash metal eseguito con tecnica e padronanza degli strumenti. Nati nel Marzo 2010 dalle ceneri dei Violent Assault (R.I.P.) per mano del chitarrista Fabio e del batterista Cris hanno realizzato sino ad ora un demo, due ep, uno split cd ed un album dal titolo " Condemned to rot" e a breve daranno alle stampe il loro secondo full-leght. Io andrò a visionare e ad ascoltare( ovvio) il loro imminente nuovo lavoro in uscita a Settembre 2016 intitolato " Slow dismemberment". La band ha come riferimenti di stile i primi Sepultura,Slayer e direi pure Morbid Angel. Un thrash metal brutalizzato che ha buone parti melodiche che concedono pure il tempo di asssaporare la calma dopo la tempesta. Il disco inizia con un intro sussurrato e un arpeggio di basso che da adito al massacro con la prima violentissima "Chernoblast" che non lascia vittime sul campo .Accelerazioni e voce ringhiata non lasciano scampo a nessuna sana creatura in circolazione nella zona d'azione della band. La title-track si insinua lenta e mesta con voce narrante urlata per poi sfociare in accelerazioni e in cori in stile "attacco al caos". La battaglia prosegue con "Domination of the sheep"; che con l'urlo iniziale di Hellvis e Luka a pestare come un ossesso avviano la macchina Nuclear Aggressor verso la battaglia. Attimi di tregua si presentano nell'assolo melodico di Fabio, posto a circa metà pezzo. "Annihilation of life" parte fortissimo e martella,lacera e come un bulldozer schiaccia ogni residua velleità di resistenza. A metà pezzo si rallenta per osservare le vittime che restano; il tutto cantato con cattiveria e potenza. Apertura con un una rasoiata per dar adito a danze funeste ed aggressivamente pericolose con "Wasted nuclear youth" accompagnate dal refrain coinvolgente e da continue scorribande dei velocissimi N.A. Lento e angosciante l'inizio di "Death the hangman" che in seguito si sviluppa in un incessante corsa verso la crudeltà nuda e senza anima. Il wall of sound che la band sa costruire è impressionante pur senza aggiungere nulla di nuovo al genere. Si prosegue con l'unica song cantata in lingua italiana dal titolo " Cardiaco acciaio"con l'inserimento di una voce in stile hard core e sempre rullo a manetta per schiacciare e finire le ultime vittime. Song con sprazzi rallentati che lasciano a chi ascolta il giusto tempo per riprendersi e continuare l'ascolto e a chi suona di tirare il fiato. Il cammino prosegue con "Wish you dead" dal ritmo terremotante e dall'urlo da paura di Hellvis che ci accompagna alla prossima e penultima song: "Bliss of the razor". Partenza al fulmicotone e chitarre e batteria spianate verso l'inesorabile marcia in discesa. L'attacco è coinvolgente col ritornello che eccheggia nell'etere una marcia di sangue e dolore causati dai nostri N.A. Sul finale del pezzo una buona apertura distende il clima teso e tetro del pezzo, colorando per pochi istanti suspence e mistero. Si giunge al termine della battaglia sanguinosa con "My last pulsation" che spara le ultime cartucce in modo non causale ma studiato ; aggiungendo a circa metà pezzo un leggero arpeggio con voce pulita che recita una solenne e delicata parentesi. Terminata la parte si rinizia con un coro agghiacciante che squarcia le tombe e poi... il silenzio ma per poco,perchè si ricomincia con un caos infernale e i nostri battono le ultime energie nel finale accelerando di brutto e facendo sanguinare gli ultimi corpi ormai sfiniti. Ottima prova di questi ragazzi che pur non creando nulla di nuovo, dimostrano di aver imparato bene la lezione dai grandi maestri del thrash &death metal internazionali. A questo disco han preso parte pure svariati ospiti nazionali ed internazionali della scena underground metal che si son dati da fare per donare al pubblico una perla di devastante potenza che è questo "Slow dismemberment" Gli ospiti sono: Alice Murder (GraveLead), LTZ (Black Chain Ritual), Karlo (Screaming Whores), Tracy T., ‘Stanley Screwdriver’, Valentino Cussigh (Nuclear Storm). I N.A. sono migliorati rispetto ai passati lavori sia da un punto di vista tecnico ( lo si sente, eccome) che compositivo. Lavoro consigliato a tutti i metallers che adorano thrash e death metal. Supportate il metallo italiano ricco di ragazzi che si danno da fare con molta passione e dedizione.

Track by Track
  1. Chernoblast 75
  2. Slow Dismemberment 80
  3. Domination of the Sheep 70
  4. Annihilation of Life 70
  5. Wasted Nuclear Youth 80
  6. Death to the Hangman 60
  7. Cardiaco Acciaio 70
  8. Wish you Dead 70
  9. Bliss of the Razor 75
  10. My last Pulsation 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
71

 

Recensione di vento » pubblicata il 16.08.2016. Articolo letto 1905 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.