Disharmonic «Carmini Mortis» (2016)

Disharmonic «Carmini Mortis» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.06.2016

 

Visualizzazioni:
688

 

Band:
Disharmonic
[MetalWave] Invia una email a Disharmonic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Disharmonic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Disharmonic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Disharmonic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Disharmonic

 

Titolo:
Carmini Mortis

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Lord Daniel Moloch Omunghus: batteria;
- Sir. Robert Baal: chitarra;
- Barone Von Hayden: basso;
- Profeta Isaia: voce;

 

Genere:
Occult Doom Black Metal

 

Durata:
1h 26' 47"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.05.2016

 

Etichetta:
Beyond... Productions
[MetalWave] Invia una email a Beyond... Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Beyond... Productions
Black Tears
[MetalWave] Invia una email a Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Tears

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Un lavoro decisamente blando questo dei Disharmonic intitolato “Carmini Mortis Omicron Omega” che ripropone in una riedizione integrale il lavoro registrato nel 2010 in formato doppio cd a cui vanno ad aggiungersi tre brani che rappresentano la rivisitazione del loro “Rituale dei non morti” formato di tre atti facente parte della versione finale del loro concept album; in totale si hanno quindi quindici brani per un totale di quasi un’ora e mezza che sinceramente lascia poco o quasi nulla all’ascoltatore. Indubbiamente, nel tentativo di ispirarsi sostanzialmente a band quali Mortuary Drape Death SS o Abhor, i Disharmonic appaiono abbastanza lontani dal modus operandi delle predette innanzitutto per il fatto di non utilizzare quasi mai i distorti o, se utilizzati, in modalità decisamente modesta e scarna ma soprattutto per il semplice fatto di incentrare i propri brani su contesti di chiesa a cui viene data preferenza solamente a musicalità d’organo con relative quanto vaghe profezie recitate in maniera decisamente noiosa e insensata. Sostanzialmente la band si concentra sempre sulle stesse direzioni sia sonore che ritmiche; le rarissime melodie eseguite dalle chitarre, tra l’altro anche di bassa fattezza, risultano assolutamente incoerenti. Anche la ritmica della batteria, si inalbera su rare andature spinte incentrandosi prettamente su contesti che paiono somigliare più ad un doom che ad un black metal. In ogni caso, al di là del contenuto dei brani che non vale neanche la pena dettagliare come di consueto, assolutamente orridi risultano i titoli; le cavalcate in black metal, spesso divelte dall’inserimento di contesti occulto psichedelici quasi attraenti, in definitiva risultano contestualizzate da sonorità che appaiono decisamente inappropriate, forse per l’utilizzo non troppo adatto degli effetti. Il quarto d’ora offerto invece dalla trilogia del secondo cd “Il Rituale dei non Morti I, II, III” invece non si discosta troppo dai precedenti brani pur adottando un contesto sonoro decretato da una produzione che non definirei ottimale. Un lavoro questo “Carmini Mortis Omicron Omega” che, seppur riedito e ampliato nei contenuti con il secondo cd, sinceramente appare noioso e con poche idee.

Track by Track
  1. Inni di dolce morte e amaro martirio 45
  2. Livor Mortis 45
  3. Morire per essere Devoto 40
  4. Oscurità senza Tempo 45
  5. La Litania del Chiedo 40
  6. Mastro Titta I Ode 40
  7. Mastro Titta II Ode 40
  8. Mastro Titta III Ode 40
  9. Sotto il flusso di una Luna Malvagia 45
  10. Uno scritto a Mezza Mno 40
  11. E' Giunta la Fine 45
  12. Amaro Martirio 40
  13. Il Rituale dei non Morti I 45
  14. Il Rituale dei non Morti II 45
  15. Il Rituale dei non Morti III 45
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 45
  • Qualità Artwork: 50
  • Originalità: 40
  • Tecnica: 45
Giudizio Finale
43

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.06.2016. Articolo letto 688 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.