Vexed «Destruction Warfare» (2004)

Vexed «Destruction Warfare» | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
976

 

Band:
Vexed
[MetalWave] Invia una email a Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Vexed [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Vexed

 

Titolo:
Destruction Warfare

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Mik :: voce
Mike :: batteria
Claud :: chitarra
Rob :: chitarra
Winx :: basso

 

Genere:

 

Durata:
38' 46"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Vexed, gruppo proveniente dalla provincia di Varese, presenta nel suo carnet componenti presenti nella scena metal underground da parecchi anni e che hanno militato in altre band locali. Troviamo infatti ex componenti di Sine Macula e Morning Rise nonché la voce e capo dei Longobardeath. La band ci propone “Destruction warfare”, un full-length di thrash-death metal molto legato sia al death americano che al thrash anni ’90 tipico della bay area, nonché alle sonorità europee.
“Black terror” e “Bladeblood” sono una mazzata incredibile che arriva tra capo e collo quando meno te l’aspetti; riff di chitarra al fulmicotone accompagnano un ritmo di batteria preciso e potente che non lesina velocità sparsa qua e là in maniera piuttosto sapiente.
I cori ben costruiti in tutte le loro parti aiutano a rendere la voce del cantante ancora più corposa e potente.
La titletrack “Destruction warfare” è decisamente differente dal resto del cd risultando maggiormente legata al thrash old style grazie ad un sound di chitarra estremamente ripetitivo e acuto che fa venire in mente, in alcuni frangenti, le sonorità degli Stayer di “South of heaven”. A mio parere è in questo caso che il vocalist riesce a dare il meglio di sé limando le piccole incertezze presenti negli altri brani e accostando un cantato “urlato” ad uno maggiormente cupo e a tratti quasi growl arricchito da effetti davvero interessanti.
“Gods of darkness” è un brano abbastanza controverso dal momento che presenta abbondanti parti thrash cariche di ritmo e momenti maggiormente legati ad un sound doomeggiante che riesce a creare un’atmosfera particolare e molto piacevole e cadenzata.
All’insegna della violenza e della velocità è invece “Phobic reign” in cui brevi stacchi maggiormente melodici lasciano spazio ad una devastazione sonora senza eguali che riuscirebbe a far agitare anche l’ascoltatore più calmo; l’assolo alla Overkill e i cori di indubbia potenza completano un brano veramente valido e piacevole in tutte le sue parti.
Per quel che riguarda “Dogmatic blame”, non si può parlare di un brano vero e proprio essendo un brano che rasenta quasi il noise mantenendo però un’atmosfera claustrofobica in grado di suscitare apprensione nell’ascoltatore.
All’interno del cd troviamo anche la cover di “Total desaster” dei teutonici Destruction, suonata in maniera pressoché impeccabile in tutte le sue parti con l’aggiunta di alcuni accorgimenti che la rendono personale e forse ancora più bella.
Questo “Destruction warfare” è l’ennesima prova che i Vexed la sanno lunga sia dal punto di vista compositivo che tecnico riuscendo a estrarre dal cilindro un platter di thrash metal che fa sbiancare lavori di gruppi ben più famosi. L’unione di potenza e melodia è la carta vincente assieme all’indubbia personalità della band che riesce a creare la stessa atmosfera anche in sede live.

Track by Track
  1. Nuclear Babylon 80
  2. Warblast 78
  3. Requiem aeternum 79
  4. Phobic reign 90
  5. Black terror 86
  6. Death symphony 80
  7. Bladeblood 85
  8. Total disaster 89
  9. Gods of darkness 92
  10. Destruction warfare 94
  11. Dogmatic blame 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 88
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 93
Giudizio Finale
86

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il --. Articolo letto 976 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.