Organic Illusion «The Linear Chaos» (2016)

Organic Illusion «The Linear Chaos» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
08.04.2016

 

Visualizzazioni:
1322

 

Band:
Organic Illusion
[MetalWave] Invia una email a Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Organic Illusion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Organic Illusion

 

Titolo:
The Linear Chaos

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giuseppe Cardinali :: Bass
Omar Moretti :: Drums
Giacomo Artico :: Vox
Fabio Bartolacci :: Guitar
Massimo Mannucci :: Guitar

 

Genere:
Southern / Death / Thrash

 

Durata:
27' 20"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.03.2016

 

Etichetta:
SG Records
[MetalWave] Invia una email a SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di SG Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di SG Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Discretamente riuscito questo album degli Organic Illusion, band da Porto sant’Elpidio che suppongo essere al primo album, viste le scarse note biografiche, che in circa 27 minuti di musica condensa ciò che si può definire un groove metal melodico, a volte tendente al metalcore ed altre al melodic death.
Se pensate che detta così non ci sia molto di innovativo, in effetti è così. “The Linear Chaos” mostra per tutto il tempo non una originalità musicale allucinante, ma ha la sua forza in una compattezza generale e in un andamento variabile come nella opening track, a volte basata su potenti mid tempos ed altre volte su parti calme. È dal secondo brano che si manifestano più schiettamente delle influenze metalcore che sfociano quasi nel nu metal, mentre si accelera nella terza canzone. Questo è, più o meno, il circolo d’influenze in cui si muovono gli OI, al limite con un po’ più di melodic death in canzoni come “Until the end” e “Screams of sorrow”, invero non molto diversa dalla traccia precedente come influenze. Peccato per alcuni errori di ingenuità, come per esempio le prime due canzoni molto troncate in maniera repentina, e in generale una certa eccessiva ostinazione, che ripete certe soluzioni.
Un disco dunque non male e ascoltabile, ma che potrebbe scontentare chi cerca più originalità da questo genere musicale. Pertanto, “The linear chaos” è da consigliare ai fans di questo genere più sfegatati.

Track by Track
  1. Innocence’s over 65
  2. The end is the same 65
  3. Last night 70
  4. Facing the flames 70
  5. Burn 70
  6. Until the end 75
  7. Screams of sorrow 65
  8. They’re watching me 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 08.04.2016. Articolo letto 1322 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.