Enzo and the Glory Ensemble «In The Name Of The Father» (2015)

Enzo And The Glory Ensemble «In The Name Of The Father» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
05.03.2016

 

Visualizzazioni:
1122

 

Band:
Enzo and the Glory Ensemble
[MetalWave] Invia una email a Enzo and the Glory Ensemble [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Enzo and the Glory Ensemble [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Enzo and the Glory Ensemble

 

Titolo:
In The Name Of The Father

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Enzo Donnaruma - Voice & Guitars
Marty Friedman
Kobi Farhi (Orphaned Land)
Ralph Scheepers (Primal Fear)
Mark Zonder (Fates Warning & Warlord)
Gary Wehrkamp e Brian
Ashland (Shadow Gallery)
Nicholas Leptos (Warlord)

 

Genere:
Christian Metal

 

Durata:
47' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.12.2015

 

Etichetta:
Undeground Symphony Records
[MetalWave] Invia una email a Undeground Symphony Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Undeground Symphony Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office
Against PR
[MetalWave] Invia una email a Against PR

 

Recensione

"In The Name Of The Father" è definito come uno dei progetti Christian Metal più ambizioso mai realizzato, con la partecipazione di ospiti illustri, come Marty Friedman, Kobi Farhi (Orphaned Land), Ralph Scheepers (Primal Fear), Mark Zonder (Fates Warning & Warlord ), Gary Wehrkamp e Brian Ashland (shadow Gallery) e Nicholas Leptos (Warlord), messo in piedi da Enzo Donnarumma. Come concetto mi ricorda molto quello che di buono hanno fatto gli Stryper musicalmente ci sono diverse influenze da Malmsteen fino agli intramontabili Iron Maiden buttando la mente anche agli Aenigma per la parte legata ai campionamenti. Un progetto interessante di dodici tracce con contributi che all'orecchio potrebbero confondere un pò le idee distraendo l'ascoltatore "The Lord's Prayer", "Psalm3", un lavoro comunque dalle mille sfaccettature dove l'artista si concede momenti più energici al cardiopalmo con le tracce "Psalm63", "Benedictus", "Psalm3", per poi calare d'intensità ed ammorbidirsi un pò, per chi invece ama le melodie più strazianti e strappalacrime potrà focalizzare l'attenzione su "Glory Be To The Father", "Haly Holy Queen" solo per citarne alcuni. "In The Name Of The Father" è sicuramente un progetto riservato ai palati fini, come si direbbe in questi casi di nicchia ma se amate le sonorità "Cristiane" allora siete nel posto giusto.

Track by Track
  1. In The Name Of The Father 65
  2. Psalm 63 65
  3. The Lord’s Prayer 70
  4. Anima Christi 65
  5. Glory Be To The Father 60
  6. Benedictus 70
  7. The Apostle s Creed 65
  8. Hail Holy Queen 75
  9. Guardian Angel Prayer 65
  10. Psalm 3 65
  11. Hail Mary 60
  12. Maybe You 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Led » pubblicata il 05.03.2016. Articolo letto 1122 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.