Athena «Dear/Life» (2015)

Athena ĞDear/lifeğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
02.03.2016

 

Visualizzazioni:
1059

 

Band:
Athena
[MetalWave] Invia una email a Athena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Athena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Athena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Athena [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Athena

 

Titolo:
Dear/Life

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Luca Cappellini :: Vocals
Andrea Cavaliere :: Bass, Vocals
Alessandro Guidi :: Guitar, Vocals
Thomas Amati :: Guitar
Tommaso Carolini :: Drums

 

Genere:
Metalcore / Hardcore

 

Durata:
35' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.12.2015

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Primo album da studio per i toscani Athena, band che in questo “Dear/Life” condensa circa 36 minuti di musica in 10 tracce semplici semplici da ascoltare, più metalcore e punk che hardcore, nonostante anche di questa ultima influenza si senta qualcosa.
E si può senz’altro parlare di debutto positivo, pur senza far gridare al miracolo. Il vantaggio di questo album è quello di proporre questi generi in una miscela abbastanza originale, anche se mai troppo diretta e in your face. La prima parte dell’album, infatti, manifesta una band che di metal ha più che altro qualche dettaglio nei riffs, ma che perlopiù uno stile in bilico tra il metalcore e il deathcore, stringato e dritto al punto, mentre nella seconda parte dell’album occorre evidenziare una componente più punk, dovuta a riffs molto più semplici e diretti, con solo la voce a rimanere hardcore, e questo lo si nota nella sesta, settima e nona canzone, anche se le radici hardcore ci sono e restano evidenti nella migliore del lotto “B.O.A.N.”, cattiva e corale, per il resto, di metal qui c’è poco, e non stupitevi se a tratti troverete anche delle sonorità che vanno in maggiore. A tal proposito, un discorso a parte merita il singolo “Giving it all”, che comincia metalcore e corale, ma che poi introduce a una parte di pianoforte, con voce hardcore e voce pulita sopra, e basta, per un effetto molto struggle, ma talmente prolungato che per me annacqua la riuscita generale del brano. Sicuramente un brano sperimentale, ma da qui a farne il primo singolo la trovo una scelta un po’ troppo coraggiosa.
In conclusione: di certo non un capolavoro discografico, ma “Dear/Life” è senz’altro un cd più che apprezzabile, tranquillamente consigliato a chi sguazza con le sonorità hardcore, tanto meglio se ne apprezza anche alcune varianti più post o melodiche.

Track by Track
  1. Reload 75
  2. Disease 75
  3. November 70
  4. Giving it all 65
  5. Empty Places 70
  6. Young at heart 75
  7. Fall Apart 70
  8. B.O.A.N. (Bastard of a nation) 75
  9. Meanings 75
  10. Dear/Life 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 02.03.2016. Articolo letto 1059 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.