Menstruophagist «Lollipocracy» (2015)

Menstruophagist «Lollipocracy» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
28.02.2016

 

Visualizzazioni:
1434

 

Band:
Menstruophagist
[MetalWave] Invia una email a Menstruophagist [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Menstruophagist [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Menstruophagist

 

Titolo:
Lollipocracy

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Andrea :: Vocals, Guitars;
- Dario :: Vocals, Bass;
- Leon :: Drums;

 

Genere:
Grind Core / Death Metal

 

Durata:
30' 33"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2015

 

Etichetta:
Eyes of the Dead Productions
[MetalWave] Invia una email a Eyes of the Dead Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Eyes of the Dead Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eyes of the Dead Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Venti brani per mezz’ora di ascolto è ciò che ci propongono i Mentruophagist, giovanissima band brutal death grind di Pistoia con il loro “Lollipocracy”, uscito sotto la nostrana Eyes of the Dead Productions che sin da subito gutturalmente si associa per alcuni versi a band quali Mortician mentre strumentalmente tende ad accorpare Brutal Truth sino a Cattle Decapitation e The Berzerker; il platter va sostanzialmente interpretato da un punto di vista artistico e compositivo in una più che discreta riuscita, mentre le tematiche trattate, a cominciare dal nome stesso della band, vanno considerate goliardicamente; la lettura di alcuni dei titoli dei brani realizzati confermano quanto or ora detto. Il bello di questo lavoro è che nella goliardia la band non trascura minimamente l’abilità strumentale che la contraddistingue, riff intensi e creativi sfornati da un’accordatura molto bassa, drums al limite delle possibilità umane per la velocità e l’intensità dei blast beats che giungono all’ascoltatore in maniera diretta proiettandogli addosso una muraglia sonora di impatto notevole. I brani risultano tutti creativi a cominciare da alcune intro che coinvolgono sia carillon che aperture acustiche e parti parlate, bombardamenti, spezzoni di film e quant’altro poi travolte da un apparato ritmico schiacciante e brutale. Anche se il lavoro non propone stilisticamente nulla di nuovo rispetto alle comuni conoscenze, mi soffermo ancora una volta sulla parte cantata che risulta assolutamente avvincente e di qualità. In ogni caso non mi dilungo, come mio solito, a commentare i brani dato anche il notevole numero, ma posso tranquillamente elogiare alcune “perle” del platter quali la devastante “Declaration of Fluffiness” o “Atomic Kinder Egg” per la loro innata violenza mentre tecnicamente non va scartata affatto “Pievorous” e” Hug Me” quest’ultimo, al di là dello sdolcinato intro tra spezzone di film e musica da ninna nanna offre un dinamismo tecnico notevole; anche la conclusiva “Snack of Doom” dimostra l’innata capacità della band a sapere bene il fatto proprio. L’unica cosa da fare è per chi ama come il sottoscritto generi come questo, acquistarne assolutamente una copia ed ascoltarla a ruota libera.

Track by Track
  1. Declaration of Fluffiness 80
  2. I Love Kittens 80
  3. Chocolate Holocaust 75
  4. Teddy Bear 75
  5. I Still Believe in Santa 70
  6. Bread Butter and Honey 75
  7. Addicted to Golden Cyrup 70
  8. Candy Crust Saga 70
  9. Atomic Kinder Egg 80
  10. First Date are Made for Walking 80
  11. Triptych of the Cakes: Mass sacher 80
  12. Triptych of the Cakes:Marziblast 75
  13. Triptych of the Cakes:Pievorous 80
  14. Goreador 80
  15. Under a Funeral Muffin 70
  16. Hug Me 75
  17. Revenge is an Icecream 70
  18. Panzer Division Muffin 70
  19. Save the Last Dance 75
  20. Snack of Doom 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 28.02.2016. Articolo letto 1434 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.