The Worst Horse «The Worst Horse EP» (2015)

The Worst Horse «The Worst Horse Ep» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
30.12.2015

 

Visualizzazioni:
2198

 

Band:
The Worst Horse
[MetalWave] Invia una email a The Worst Horse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Worst Horse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di The Worst Horse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di The Worst Horse

 

Titolo:
The Worst Horse EP

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- David Podestà :: Voice;
- Omar Bosis :: Guitar;
- Pietro Grassilli :: Bass;
- Francesco Galimberti :: Drums;

 

Genere:
Hard Rock / Blues & Magic of '70s

 

Durata:
18' 59"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
18.11.2015

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Aprono senza alcun’ombra di dubbio nella maniera più rocchettara possibile con altrettanti elementi blues anni ’70 i milanesi The Worst Horse che ci presentano questo loro primo Ep a cinque tracce intitolato con lo stesso nome della band, dove sin dalle primissime note è impossibile rimanere impassibili dinanzi all’avvolgente ed incredibile musicalità offerta. Una ventina di minuti di totale assorbimento generati da riff possenti di notevole impatto grazie unificati alla più che discreta esecuzione alle percussioni; ciò che balza all’orecchio di chi ascolta l’Ep è anche l’incredibile somiglianza che in alcuni passaggi assume la parte cantata a quella di James Hetfield degli anni ’80. Apre l’Ep “Big Top” dall’andatura hard rock simil blues che emerge in maniera cristallina nell’esecuzione e nell’andatura della chitarra; il sound è dinamico, si propone in maniera dinamica ed alternata; il successivo “Grimorium” che ci trasporta subito all’interno di quei locali americani anni ’70 colmi di fumo e di bicchieri di whisky grazie al suo sound hard rock accattivante, sporco e ricco di variazioni; segue “Leatherface” coinvolgente sin da subito grazie all’ottima introduzione rocchettara delle sei corde che si protrae inevitabilmente per tutto il brano; non è da meno neanche la successiva “Dawn” dal sound introduttivo quasi più compatto rispetto ai due precedenti brani dove prende corpo ancora una volta l’incredibile dinamismo che contraddistingue l’andamento dell’intero brano; interessante il momento di tranquillità offerto al suo interno pronto ad anticipare l’esplosione finale; l’Ep si chiude con “Mount” brano pacato che chiude in tranquillità questo lavoro realizzato con un accompagnamento acustico su cui si esibisce con una vocalità dai toni blues l’elettrizzante parte cantata. L’Ep presenta in maniera significativa la preparazione della band per affrontare palchi e locali ma soprattutto per divertire e piacere.

Track by Track
  1. Big Top 75
  2. Grimorium 80
  3. Leatherface 75
  4. Dawn 70
  5. Mount 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 30.12.2015. Articolo letto 2198 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.