Extirpation «Wings of Decadence» (2015)

Extirpation «Wings Of Decadence» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
09.12.2015

 

Visualizzazioni:
1034

 

Band:
Extirpation
[MetalWave] Invia una email a Extirpation [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Extirpation

 

Titolo:
Wings of Decadence

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Eros :: Guitars
Darak :: Bass, Vocals
Elia :: Drums
Magik :: Guitars

 

Genere:
Black / Thrash Metal

 

Durata:
33' 57"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
31.10.2015

 

Etichetta:
Nightbreaker Productions
[MetalWave] Invia una email a Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Nightbreaker Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Secondo album per i milanesi Extirpation, che con questo “Wings of decadence” ci regalano quasi 34 minuti di quello che è il mio genere preferito, cioè Black/Thrash. Un genere che tuttavia, a dirla tutta, raramente sento fatto bene in Italia visto che tanti finiscono per fare qualcosa che esagera troppo con un genere o l’altro dei due suddetti, di fatto mancando l’obiettivo.
Ma detto questo, “Wings of decadence” non è quel tipo di musica alla Tsjuder o alla Aura Noir: secondo me questo album va collegato alla sfrontatezza di certe bands sudamericane e volendo a certe cose come Toxic Holocaust e soci. È evidente nella minimale ma rabbiosa e molto Vesper-Oriented “Controlled by rage”, nella furiosa “Desires of dust” e nella più violenta di tutte, “Eternal Moments”; qui si sente che gli Extirpation non sono un gruppo che cerca anche di fare black con un paio di robe casuali più cattive, ma sono un gruppo che semplicemente non nega le proprie influenze thrash, anche a costo di sfiorare il punk di “Sick life” o lo scanzonato rock n roll con puntatine speed metal di “Oath of the death”. Solo raramente si arriva a fare qualcosa definibile come black metal, come in “Consumed Society” o come nella potente “Fall in the dark”, vagamente in stile Blasphemophager, ma anche qui il feeling thrash si sente e convince. Sono questi i migliori esempi di un album come “Wings of decadence”, magari non chissà quanto innovatore, ma certamente godibile e appassionante.
Gli Extirpation non sono un gruppo che dice di fare Black/Thrash muovendosi solo su di un genere con innesti casuali dell’altro: sono un gruppo con attitudine, personalità e rabbia, che domina questi due generi mescolandoli secondo una ricetta che per quanto non sia molto personale, riesce ad appassionare e a tenere alto l’interesse durante l’ascolto di quest’album. Se siete dei consumatori incalliti di Venom, Motorhead, Hellhammer e magari anche qualcosa dei Nifelheim, e se i Baphomet’s Blood sono i vostri idoli, l’acquisto di quest’album è senz’altro consigliabile.

Track by Track
  1. Controlled by rage 75
  2. Thrash the Enemy 75
  3. Sick life 70
  4. Oath of the death 75
  5. Desires of dust 70
  6. Consumed Society 70
  7. Fall In The Dark 80
  8. Daily Struggle 65
  9. Eternal Moments 75
  10. Wings of Decadence 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 09.12.2015. Articolo letto 1034 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • 05 Dic. 2019 Blasphemy + Extirpation + Necromorbid @ "Legend Club", Milano (MI)