Bioscrape «Psychologram» (2015)

Bioscrape «Psychologram» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
19.11.2015

 

Visualizzazioni:
1170

 

Band:
Bioscrape
[MetalWave] Invia una email a Bioscrape [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bioscrape [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bioscrape [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Bioscrape

 

Titolo:
Psychologram

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- V. :: drums;
- J. :: vocals;
- S. :: guitar;
- P. :: bass;

 

Genere:
Alternative Metal / Post HC

 

Durata:
38' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.06.2015

 

Etichetta:
Overdub Recordings
[MetalWave] Invia una email a Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Overdub Recordings [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Overdub Recordings

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Sanno bene il fatto loro questi Bioscrape, band all’attivo dal 2006 che ci presenta la loro ultima fatica intitolata “Psychologram” attraverso un concentrato prevalentemente di matrice post hard core pregno di groove ma nello stesso tempo ricca di influenze riconducibili ad industrial, progressive e anche southern rock. Il lavoro si caratterizza per sonorità che spaziano da momenti più o meno aggressivi ad altri più moderati caratteristici dei generi sopra descritti; interessante il lavoro della chitarra e delle andature che riescono in ogni singolo brano a esternare contesti ritmici e arrangiamenti diversi l’uno dall’altro con un risultato accattivante il giusto. Il growl rauco che si alterna anche a momenti più clean, risulta espressivo e mai troppo concentrato sul risultato così generando un buon effetto. Tra la carrellata dei brani si parte con “ Primordial Judge” un brano con riflessi southern rock ma sostanzialmente hardcore dove risulta un buon lavoro di ritmiche e altrettanta capacità trascinante della chitarra; il successivo “ Mechanical Providence” parte con un arrangiamento quasi progressive moderato su cui si insinua di lì a poco una ritmica hardcore entusiasmante e trasportatrice; non cala l’effetto neanche con la successiva “Aliena” dove ad avere la meglio è l’ottima interpretazione del cantato che parte in un rauco e quasi vomitevole growl per trasformarsi in corso di esecuzione quasi in clean; i distorti sono nitidi e non troppo carichi e danno la possibilità di assaporare anche l’ottimo lavoro del basso; “Bioscrape” è un altro concentrato misto tra hardcore e progressive più sottile e non troppo marcato; “Killer Collision” sembra aprire con una ritmica e con la successiva andatura un po’ alla Stuck Mojo ma l’effetto è assolutamente brillante; il successivo “Cyber Hope” apre con intro quasi psichedelico offerto dalla chitarra su cui a poco a poco si insinuano tutti gli altri strumenti che in definitiva, nonostante l’aggressività del cantato, si dimostra leggermente più moderato dei precedenti. Segue l’ascolto con “Astro Noise”, brano travolgente e strepitoso allo stesso tempo dove è impossibile trovare attimi privi di energia; “Echo Silent” con un buon hardcore ben calibrato nelle ritmiche che si alternano a contesti più o meno veloci grazie all’inserimento di elementi progressive, rilascia un’ottima sensazione. Seguono “Vega Cospiration” e Psychologram” dove il primo è un brano che apre in maniera pacata al massimo per poi tormentare con le sue potenti oscillate l’ascoltatore, mentre il secondo e conclusivo, rileva ancora una volta il buon hardcore simmetrico e pregno di influenze che la band ha dato a questo suo secondo lavoro. Il disco è soddisfacente in tutti i suoi aspetti ed ammirevole per la personalità che trasuda in ogni brano e indiscutibilmente riconosce la capacità artistica della band.

Track by Track
  1. Primordial Judge 75
  2. Mechanical Providence 80
  3. Aliena 80
  4. Bioscrape 75
  5. Killer Collision 75
  6. Cyber Hope 80
  7. Astro Noise 80
  8. Echo Silent 75
  9. Vega Cospiration 75
  10. Psychologram 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 19.11.2015. Articolo letto 1170 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.