Ghost «Meliora» (2015)

Ghost «Meliora» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
22.09.2015

 

Visualizzazioni:
997

 

Band:
Ghost
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ghost [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ghost [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Ghost

 

Titolo:
Meliora

 

Nazione:
Svezia

 

Formazione:
Papa Emeritus III :: Vocals
Nameless Ghoul :: Bass
Nameless Ghoul :: Drums
Nameless Ghoul :: Guitars(lead)
Nameless Ghoul :: Guitars (rhythm)
Nameless Ghoul :: Keyboards

 

Genere:
Heavy Metal / Rock

 

Durata:
41' 39"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.08.2015

 

Etichetta:
SpineFarm Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di SpineFarm Records
Universal Music Group
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Universal Music Group

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

E venne l’ora del terzo album per i Ghost, una band amata o odiata senza vie di mezzo, ma che comunque ha raggiunto un apprezzabile successo a livello mondiale. Nella fattispecie, il terzo album è questo “Meliora”, e condensa 8 tracce più 2 intermezzi per una durata non eccessiva di 41 minuti e mezzo.
Sin dal primo ascolto sembra chiaro che i Ghost non vogliano scendere a compromessi per cercare di allargare la propria audience: “Meliora” è un album che, esattamente come da loro dichiarato in un’intervista, vuole suonare come la seminale band vintage che solo recentemente è stata riscoperta. Ed in effetti da questo punto di vista la precisione ai dettagli è allucinante, con una qualità sonora molto in stile anni 70, e che per questo necessita di una certa concentrazione all’ascolto, e delle canzone che sono francamente un ritorno al passato mai visto così convincente e accurato, che si barcamena tra le tastiere psichedeliche della opener “Spirit”, alle più metal oriented “Mummy dust”, “Absolution” e “From the pinnacle to the pit”. Ma nonostante le tendenze metal di questi ultimi brani, è spesso la tastiera qui a essere lo strumento principale, relegando le atmosfere ecclesiastiche alla conclusiva “Deus in Absentia” e le parti metal ai brani appunto sopra citati. Ne risulta dunque un album maturo e apprezzabilissimo come songwriting, molto eterogeneo e con la band capace di eccellere in diversi stili (La mia preferita è la corale e malinconica “He is”).
I Ghost si confermano come una band sicuramente scenografica, ma che sa come riproporre certi stili musicali del passato al pubblico attuale, e in alcuni casi anche aggiornarli senza per questo snaturarli. Un compito magari poco altisonante, ma tutt’altro che facile e secondo me in questo “Meliora” senz’altro riuscitissimo, che conferma come i Ghost se ne infischiano delle illazioni sul loro conto (cioè che siano il satanismo in versione hipster, o che siano dei trendisti): loro un’identità musicale ce l’hanno, ovvero l’innovazione tramite la riproposizione di stili musicali passati e quasi dimenticati, invece che avventurarsi nella classica ricerca del suono mai sentito prima. Come unico difetto forse mancano dei classici altisonanti come “Monstrance Clock” o “Year Zero”, ma è una cosa che apprezzo dei Ghost, perché dimostra come la band non punta su qualche singolo per album e basta, ma a fare un buon album, come questo “Meliora”, il cui ascolto è caldamente consigliato a tutti, poi l’acquisto mai come in questo caso può variare in base ai gusti e all’opinione sulla band, visto che chi li ama continuerà ad amarli e chi li odia continuerà ad odiarli, ma forse è proprio questo ciò che i Ghost vogliono.

Track by Track
  1. Spirit 85
  2. From the pinnacle to the pit 85
  3. Cirice 90
  4. Spoksonat (Intermezzo) S.V.
  5. He is 90
  6. Mummy dust 90
  7. Majesty 75
  8. Devil Church - Intermezzo S.V.
  9. Absolution 85
  10. Deus in Absentia 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 95
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
86

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 22.09.2015. Articolo letto 997 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.