Simple Lies «Let It Kill» (2015)

Simple Lies «Let It Kill» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
05.08.2015

 

Visualizzazioni:
1354

 

Band:
Simple Lies
[MetalWave] Invia una email a Simple Lies [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Simple Lies [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Simple Lies

 

Titolo:
Let It Kill

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro "RUBB- O"Rubino:voice
Alberto "JACK H" Molinari:lead guitar
Alessandro "ZAK" Zucchini:drums
Manuele "LELLO" Pepe:rhythm guitar
Ash "ASH" Saboori: bass

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
40' 15"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.09.2015

 

Etichetta:
Bakerteam Records
[MetalWave] Invia una email a Bakerteam Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bakerteam Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bakerteam Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Let it kill è uno dei dischi più azzeccati di questo periodo, a dispetto della media matematica che risulta quando facciamo recensioni e del mio motto "meglio stare poco larghi per incentivare risultati sempre migliori".
Ecco, al di là di tutto questo, ho trovato nei Simple Lies una capacità compositiva fresca, divertente, non scontata e piacevole. Strano, ma vero. Nonostante il loro aspetto da poser (non me ne vogliano), questi ragazzi sanno suonare e cantare bene davvero.
Dieci tracce ben variegate, mai troppo pesanti, ma nemmeno banali tutto sommato.
Abbiamo A-Men, song quasi estiva grazie a un ritornello niente male; la simpatica Freak Show (sentitevi il finale!); Miss Anthropy e Past Frames con sonorità più accattivanti; oppure Sunday Morning Apologies e The king is dead, entrambe dotate di una struttura un pò più complessa e, dal mio punto di vista, interessante perché mostrano le capacità dei ragazzi a livello compositivo; infine, cito The Ant che, non so spiegare bene perché, rappresenta la più bella canzone di tutto questo Let it kill.
Insomma, ho ascoltato per bene questo cd e colgo davvero molti aspetti di sicuro talento da parte dei Simple Lies.
Se cercate quindi qualcosa che vi dia una bella spinta positiva o anche semplicemente una colonna sonora per un viaggio lungo e noioso, ve lo consiglio vivamente.
Il rock a tratti melodico e a tratti un pò più energico proposto da questi ragazzi è lineare, pulito e piacevole.
Continuate così.

Track by Track
  1. Look at me now 70
  2. A-men 70
  3. Sunday morning apologies 70
  4. Symmetry of love 70
  5. Freak show 70
  6. Miss Anthropy 70
  7. Let it kill you 70
  8. The Ant 75
  9. Past Frames 75
  10. The king is dead 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
73

 

Recensione di reira » pubblicata il 05.08.2015. Articolo letto 1354 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.